domenica 15 marzo 2009

H.A.A.R.P. ( High Frequency Active Auroral Research Program )


(immagine tratta dalla home page del sito ufficiale di H.A.A.R.P. : http://www.haarp.alaska.edu/)



Nello stato dell’Alaska ( U.S.A. ), vi è, come molti sapranno, un’area nella quale sono state installate ormai da un decennio numerose antenne che, stando all’ufficialità delle informazioni rilasciate, dovrebbero studiare la ionosfera. Queste antenne fanno parte del Programma “H.A.A.R.P.”, ovvero: High frequency Active Auroral Research Program ( Programma di Ricerca Aurorare Attivo ad Alta frequenza ), gestito dal Governo degli Stati Uniti d’America.


Che cosa è la ionosfera?
Questa – riprendendo la definizione tratta dal sito web “Microsoft Encarta Enciclopedia Online” – è “lo strato dell’atmosfera composto da gas ionizzanti, che si estende tra i 60 e i 500 km di quota.“ La sua struttura è divisa in due strati principali: “uno inferiore, designato come strato E che è compreso tra circa 80 e 110 km di altitudine e che riflette le onde radio di bassa frequenza; uno superiore, lo strato F, o strato di Appleton, che riflette le onde radio di frequenza più elevata.” A sua volta, quest’ultimo strato, viene diviso in ulteriori due strati, chiamati F1 e F2: il primo che inizia a 180 Km di altitudine, il secondo oltre i 300 Km. Tra le caratteristiche della ionosfera, vi è la sua “influenza sulla propagazione di segnali radio. L’energia irradiata da un trasmettitore verso la ionosfera, viene in parte assorbita dall’aria ionizzata e in parte riflessa, e così rinviata sulla superficie terrestre: questo effetto permette la ricezione di segnali a distanze molto maggiori di quanto sarebbe possibile se le onde radio viaggiassero lungo la superficie terrestre.

Parlando di ionosfera, non possiamo non accennare al grande scienziato e inventore croato, Nikola Tesla. Questo genio, già verso la fine degli anni 40, aveva immaginato un sistema per ionizzare l’atmosfera utilizzando un fascio ultravioletto per renderla conduttiva e poi di inviare energia elettrica al altissima frequenza per “accendere l’atmosfera stessa”. Il suo scopo, con questo progetto, era di aiutare i naviganti di notte. Egli disse:
L’illuminazione dell’oceano è solo uno dei risultati meno importanti che possono essere ottenuti con questa invenzione. Ho già pianificato molti dettagli di una centrale di trasmissione che potrebbe essere eretta nelle Azzorre e che sarebbe ampiamente sufficiente per illuminare l’intero oceano …. La luce sarà soffice e di intensità molto bassa, ma piuttosto adeguata allo scopo.
Con queste antenne, inoltre, Tesla voleva studiare anche la risonanza della terra. Quindi, così come successo verso la fine dell’800 - quando, tramite degli oscillatori posizionati nel suo laboratorio di Colorado Springs, causò, senza volerlo, un terremoto artificiale a Manhattan – poteva creare anche terremoti.





Da come si evince, questo progetto sfrutta anche le conoscenze dell’inventore croato (brevetti e appunti che vennero requisiti dall’F.B.I. alla sua morte ). Il dubbio è che le sue scoperte vengano utilizzate, però, per altri scopi. E non tutti pacifici. Infatti, fra i vari scopi di H.A.A.R.P., troviamo pure la possibilità di sfruttare le onde scalari prodotte dalle antenne. E con queste, poter anche controllare la mente degli esseri viventi! Quindi, tra terremoti artificiali, controllo della mente e altri probabili scopi che vedremo, questo progetto non dà l’aria di essere particolarmente pacifico.


Sfogliando la rivista NEXUS – edizione italiana – n.45 del luglio-agosto 2003, interessante è notare, nell’articolo “H.A.A.R.P. : una minaccia alla voce della terra”, che questo Progetto fa parte del piano dei militari U.S.A. denominato “Joint Vision 2020”. Ovvero delle cosiddette “Guerre Stellari”, detto più precisamente S.D.I. : Strategic Defence Initiative ( L'S.D.A. tratto da Wikipedia ).
Fra i problemi relativi a queste antenne, ci sono quelli inerenti all’immissione nella ionosfera dei fasci di energia che andrebbero a “disturbare” la Risonanza di Schumann.
Senza che copio e incollo il concetto di Risonanza di Schumann, vi metto due screenshots tratte da Wikipedia che spiegano il concetto.





Questo “disturbo” andrebbe a mettere a repentaglio il ritmo ambientale, tanto da portarci alla morte. Infatti, stando al suddetto articolo a firma di Richard Alan Miller e Iona Miller ( qui lo potete scaricare in lingua originale ), le onde radio ad altissima frequenza potrebbero provocare dei “buchi” nella ionosfera che, tra le varie funzioni, ci difende anche dalle radiazioni provenienti dal sole e dallo spazio.
Inoltre una ionosfera riscaldata, può determinare delle variazioni climatiche che potrebbero essere innescate dagli stessi militari con il preciso scopo di destabilizzare intere aree tramite la manipolazione del clima e quindi raggirando la guerra convenzionale. Perciò siccità o, per via della risonanza, terremoti potrebbero essere alla portata dei militari in caso di guerre “silenziose”.
Correlati ad H.A.A.R.P., vi potrebbero essere anche le scie chimiche. Queste, rilasciando svariati composti, permettono di creare nubi riflettenti che influenzerebbero il riscaldamento atmosferico. Da qui la correlazione fra le “chemtrails” e H.A.A.R.P. sulle capacità di quest’ultimo di manipolare il clima.
Continuando con l’articolo, possiamo leggere:”La ARCO Petroleum è proprietaria del brevetto di questa tecnologia di Tesla e, come riferito alcuni anni fa, sembra che la ARCO finanziasse direttamente H.A.A.R.P. Molti gruppi di ricerca hanno dimostrato che veniamo costantemente bombardati con ELF ( frequenze estremamente basse ) sotto forma di “smog” elettromagnetico. Le ELF possono risultare letali per qualsiasi forma di vita biologica in quanto ne alterano la normale frequenza, provocando processi mentali irrazionali, incapacità di concentrazione, affaticamento cronico e/o morte.” Si parla, in poche parole, anche del controllo mentale.
A proposito, ultimamente è uscito sul blog Tanker Enemy l’articolo “H.A.A.R.P. : l’arma più distruttiva che sia mai stata inventata”. In questo pezzo si richiama un’articolo di Alessio Di Benedetto, intitolato “Angeli, non suonate quest’arpa”, dove, trattando della risonanza di Schumann disturbata da H.A.A.R.P., tratta del controllo mentale.
( esiste anche un libro con questo nome, cliccare qui )
Da come vedete non c’è da dormire tranquilli, tanto che nel 2004, lo studioso Michel Chossudovski scrisse l’articolo “Owining the weather for military use” dove, fra i vari scopi di queste antenne, mise in guardia sul pericolo della modificazione del clima ( qui in italiano, in formato pdf, direttamente dal sito di NEXUS ). A proposito di “possedere il clima”, guardate cosa elaborò, nel 1996, l’esercito U.S.A. ( cliccare qui ) Tanto che nel numero 6 - novembre 2007 - della rivista italiana di geopolitica Limes, in un’ articolo del Generale Fabio Mini, intitolato ( per l’appunto ) “Owning the weather: la guerra ambientale globale è già cominciata”, Mini spiega la manipolazione del clima ad opera degli U.S.A. ( suddetto articolo è stato ripreso anche nel blog “Tanker Enemy” )

Precedentemente avevo accennato alla “Joint Vision 2020”; bene, questo progetto è stato denunciato dagli alleati occidentali degli U.S.A. in quanto, la difesa missilistica e laser nello spazio è visto come un passo nel dominio del mondo. H.A.A.R.P. , di fatto, è gestito dalla Marina Militare e dall’Aeronautica Militare degli Stati Uniti d’America e quindi ecco il suo legame con “Joint Vision 2020”.
Tra gli altri scopi di questo progetto, il ricercatore Guy Kramer individua quello di far “rimbalzare” i segnali sulla ionosfera e sulla luna per bersagliare località terrestri con gravi esplosioni. Procedendo con l’articolo, H.A.A.R.P. “può essere anche utilizzato per scovare installazioni sotterranee tramite topografia o radar al di sopra dell’orizzonte. Per neutralizzare o scoprire un obiettivo, l’atmosfera superiore viene riscaldata in modo da fungere da lente riflettente per il segnale.

Per concludere – riprendendo sinteticamente la parte finale dell’articolo - ecco cosa ci si può succedere con H.A.A.R.P. ( oltre alle altre cose descritte precedentemente ):
1) Prendendo come spunto che i campi elettrodinamici organizzano i sistemi biologici e l’interazione ondulatoria è importante sulla nostra struttura biologica e per il nostro funzionamento, ”Le perturbazioni nei campi ambientali possono indurre dei cambiamenti negli organismi informati dai medesimi campi. Le frequenze e le ampiezze di campo influiscono sul nostro stato biodinamico.
2) “Le frequenze ELF della risonanza di Schumann, sono strettamente collegate a quelle delle onde cerebrali umane. I mutamenti artificiali o naturali indotti nella SR potrebbero avere effetto sulla generazione delle onde cerebrali sottili e, forse, anche di quelle più grossolane.
3) “Esiste una stretta correlazione fra disturbi comportamentali umani ed i periodi di turbolenza di campo geomagnetico e solare.
4) “Le anomalie geomagnetiche ( tensioni tettoniche, perturbazioni del campo magnetico ) possono indurre alcune forme di percezione anomala, quali allucinazioni visive ed uditive, nonché TLT ( transienti del lobo temporale, o piccole crisi ). Inoltre, uno degli effetti della meditazione è quello di acquietare la mente, come metodo per consentire che il “libero corso” venga trascinato dai naturali ritmi geofisici.
5) “Condizioni globali ottimali di ELF ( notti tranquille, bassa attività delle macchie solari, scarso inquinamento EM ) possono agevolare percezioni anomale, fra cui psi come ESP, osservazioni a distanza, ecc..

Comunque, nel febbraio 1998, la Commissione Affari Esteri, Sicurezza e Difesa del Parlamento Europeo tenne delle udienze su H.A.A.R.P. Questo documento – nr. A4-0005/99, 14 gennaio 1999 – recita:
Considerare H.A.A.R.P… in virtù del suo impatto ambientale di ampia portata, un problema globale e richiede l’analisi delle sue implicazioni legali, etiche ed ecologiche da parte di un ente internazionale indipendente … ( la Commissione ) deplora i ripetuti rifiuti dell’amministrazione statunitense … di fornire prove in occasione delle udienze pubbliche … riguardanti i pericoli ambientali e per la popolazione del programma H.A.A.R.P.

Riusciremo a scampare da H.A.A.R.P.?


18 commenti:

Zret ha detto...

Un'ottima summa su HAARP ed affini. Mi domando, a questo punto, quali chances abbiamo contro un'arma invisibile, visto che contro le scie visibili sembriamo già in difficoltà.

Ciao

Straker ha detto...

Bravo Luca, perfetta sintesi dei fatti. Non v'è dubbio che se l'umanità intende uscire da questo buco nero, le basi H.A.A.R.P. debbono essere chiuse. In caso contrario non vedo come sia possibile cavarsela.

Riccardo ha detto...

bullshit

Luka78 ha detto...

Infatti, Zret e Straker, come uscirne è difficile. Sono antenne, installate là dove le hanno messe... Credo che come tutte le cose, sta a noi farsi sentire, anche se su questi argomenti diventa più difficile del normale.
Già non si è considerati quando si parla di cose terrene, figuriamo ci queste.
Poi, da come avete letto, il mondo è pieno anche di individui come il "simpatico" Riccardo, che considera queste cose delle stronzate.
Contento lui e i suoi simili.

Riccardo ha detto...

No, H.A.A.R.P. è un progetto serio e interessante. Il "bullshit" è riferito al coacervo di idiozie senza capo né coda che si dicono al proposito, da parte di gente che non ha ancora capito neppure in che banda di frequenze funziona.

Luka78 ha detto...

@ Riccardo:
"No, H.A.A.R.P. è un progetto serio e interessante."

?? bombardare la ionosfera è interessante? Alla lunga che effetti avrà sul pianeta?

"Il "bullshit" è riferito al coacervo di idiozie senza capo né coda che si dicono al proposito..."

Riccardo, avevo capito che per te le stronz... erano riferite a tutto ciò che uno scrive e dice. E quindi a tutti quelli che si pongono domande.

Riccardo ha detto...

Porsi domande va bene, ma bisognerebbe anche cercare di darsi delle risposte. Studiando, non copiando le idiozie che scrivono i fratelli marcianò.

Luka78 ha detto...

@ Riccardo:
"Studiando, non copiando le idiozie che scrivono i fratelli marcianò."

Riccardino, io non copio nulla. Non provocare come al solito.

ginger ha detto...

Ciao Luka.
Quel genio di Tesla, se avesse saputo che fine avrebbero fatto le sue brillanti invenzioni, sarebbe sicuramente stato più accorto nel porre al sicuro tutta la documentazione...d'altronde come poteva immaginare che un giorno qualcuno (pazzo) avrebbe usato il suo materiale per fare non del bene ma per danneggiare l'umanità e sopratutto il pianeta che la ospita...forse se ne rese anche conto, ma ormai era tardi.
Comunque, temo che di HAARP ce ne potremmo liberare se Qualcuno da lassù lo tirasse giù.
Dubito fortemente, anzi escludo categoricamente che quelle ondeggiature assunte dalle formazioni nuvolose artificiali (aerosol erogati con i tankers) simili a scheletri di sogliola che un tempo NON VEDEVO, a cui tutti noi siamo sottoposti, possano essere tanto benefiche per la salute del regno vegetale e animale.
Le api ce le siamo già quasi giocate (forse per la gioia di qualcuno); i folli che fanno stragi inspiegabili in giro o che massacrano intere famiglie e poi si tirano un colpo non mancano affatto in questi periodi ed è sempre peggio.
Anche molti animali domestici, soprattutto cani, stanno manifestando comportamenti aggressivi e anomali con una frequenza sempre maggiore, che non si può definire fisiologica; i media continuano a dare tutta la colpa ad una errata educazione da parte dei padroni, in parte sarà anche così ma non credo nella totalità dei casi.
Non si può definire tutto questo normale, a meno che non si sia fuori di testa.

Per quanto possibile, buona giornata.

Luka78 ha detto...

Ciao Ginger, e ben tornata sul mio blog!!
Belle parole le tue.
Certo che se H.A.A.R.P. condiziona la mente, ovvio che può farlo anche su quella degli animali.
Giusto il tuo rimando al caso del bambino sbranato da un branco di cani e anche dei raptus di follia che, con frequenza maggiore, avvengono nel nostro paese. Non che negli altri stati siano messi meglio.

Sì, H.A.A.R.P. sta lì e là, purtroppo, rimarrà. Ce ne libereremo solo quando "spegneranno" le antenne. Ma per ora è e rimane un sogno.

Anche per te, Ginger, buona giornata! E grazie per la visita.

Riccardo ha detto...

Ginger, dovresti dare un po' un'occhiata qua! Poi ne riparliamo.

ginger ha detto...

Ma ti pare, Luka, mi piace leggere i tuoi articoli.

Riccardo, porta pazienza ma non ho consultato il link che mi hai proposto: non accetto caramelle dagli sconosciuti...sai com'è, gli scherzi biechi non sono di mio gradimento. Ciao.

Riccardo ha detto...

@ginger:
certo: è sicuramente preferibile continuare a vivere beati nella più crassa ignoranza che aprire uno sportellino del proprio atrofico cervello e fare entrare uno spiraglio di luce.

Ti ringrazio per la tua risposta, ginger, pregna di saggezza, di intelligenza e di una profondità tale che i ragionamenti di un cercopiteco mi appaiono, al confronto, simili a quelli dei filosofi presocratici.

In ogni caso, acciocché anche gli altri lo sappiano, il link del mio messaggio precedente, in effetti, sarebbe stato un brutto scherzo per le tue infondate credenze, perché riproduce una pagina dell'Enciclopedia Britannica (lo so che tu non hai la più pallida idea di cosa sia, ma esiste lo stesso, indipendentemente da te) che dimostra in modo inequivocabile che nel messaggio precedente hai detto un sacco di sciocchezze.

Luka78 ha detto...

@ Riccardo:
"certo: è sicuramente preferibile continuare a vivere beati nella più crassa ignoranza che aprire uno sportellino del proprio atrofico cervello e fare entrare uno spiraglio di luce."

Riccà, non ti allargare con certi termini che usi anche più in là con il tuo commento. Stai buono.

"il link del mio messaggio precedente, in effetti, sarebbe stato un brutto scherzo per le tue infondate credenze, perché riproduce una pagina dell'Enciclopedia Britannica (lo so che tu non hai la più pallida idea di cosa sia, ma esiste lo stesso, indipendentemente da te) che dimostra in modo inequivocabile che nel messaggio precedente hai detto un sacco di sciocchezze."

Stai in fissa con questa Enciclopedia!
Ma di "cerchi" - e di altri fenomeni particolari - in cielo non li ho visti in quelle foto.

Ciao Ginger, non dar retta.

Zret ha detto...

Riccardo, cuor di lenone

ginger ha detto...

La cosa grave è che questa gente definisce "scemenze, fantasie, visioni" le malattie, gli squilibri e le morti, conseguenze di un'attività criminale totale (che loro stessi coprono e negano) a causa della quale un buon numero di anime stanno passando e passeranno sofferenze infernali: perchè il denaro, o il successo o non so che altro contano di più.

Cinque righe oppure cinquecento pagine di insulti nei confronti della sottoscritta non avrebbero fatto alcuna differenza e poco importa.

Riccardo ha detto...

Ma di "cerchi" - e di altri fenomeni particolari - in cielo non li ho visti in quelle foto.
Ah, ma davvero?

Luka78 ha detto...

Cio, Zret!

@ Ginger:
"Cinque righe oppure cinquecento pagine di insulti nei confronti della sottoscritta non avrebbero fatto alcuna differenza e poco importa."

Perfetto, Ginger, è così che deve essere. Infìdifferenza alle offese e agli insulti.

@ Riccardo:
"Ah, ma davvero?"

Riccardo, non intendevo quei cerchi.
A breve pubblicherò un'altro articolo su H.A.A.R.P. solo con immagini e video di probabili effetti dovuti a questo programma.