domenica 12 ottobre 2008

Scie chimiche o scie di condensazione?


( foto scattata il 25 novembre 2002 )

Premessa: Questo articolo lo pubblico quando la questione “scie chimiche” ormai è stata letta e risaputa da molta gente. Il blog l’ho aperto da quindici giorni, quindi ecco il ritardo. Come se non bastasse, poi, è arrivato anche il “F.A.Q.” del C.I.C.A.P. sulle scie e perciò qualcuno potrebbe leggere questa mia uscita come un coalizzarsi intorno a tale faccenda pur di difendere a spada tratta l’argomento. Nulla di tutto questo. Ognuno, ovviamente, libero di poter trarre eventuali chiavi di lettura. Ma tanto non ce ne sono.


Tra gli argomenti che vanno per la maggiore sul web, anche se con qualche “capatina” in tv, le scie chimiche hanno il primo posto.

Ma al contrario di altri argomenti, più o meno validi, e a parte la questione su cosa sia effettivamente successo l’11 settembre 2001, le chemical trails – abbreviato in “chemtrails” – più passa il tempo e più noto che incominciano a ritagliarsi più spazio anche fuori dalla rete. Certo, niente di che, ma sempre meglio di 4-5 anni fa ( 2004-2003 ) quando la questione era molto più “underground” di ora.

Ma a sua volta, e nulla in contrario, vi è anche un aumento esponenziale di chi controbatte la tesi dell’esistenza delle stesse scie chimiche. E su internet, ormai, tra siti, blog e forum in cui si discute di tale argomento, districarsi stà diventando un’impresa. La disinformazione, che può colpire anche chi, stando in buona fede, vuole capire qualcosa in merito, la fa da padrona. Tanto è vero è come se ci fosse una guerra “non dichiarata” tra i ricercatori delle scie chimiche - comuni cittadini che si sono voluti immergere a tutto tondo sulle scie chimiche per meglio capire e non dare nulla per scontato - e chi, invece, nega la loro esistenza. Tale guerra, se così possiamo chiamarla, da chi sia stata incominciata non saprei. Ma molto probabilmente, l’aumento di popolarità delle chemtrails ha portato ( così come scritto all’inizio ) ad un dibattito che ha coinvolto così tanta gente che era ovvio che, in mezzo a questa, ci fosse anche gente scettica. C’è chi è scettico a priori e chi, lavorando in chissà quale posto, anche per la posizione coperta durante le ore lavorative. Posizione che per qualcuno è come se lo fosse dalla prima alla ventiquattresima ora della giornata, da lunedì alla domenica. Con un tale atteggiamento, ecco che si è generato il “muro contro muro” in cui si trova la situazione attuale sulle scie. Però, nonostante il caos imperante, pure l’interessamento del famoso C.I.C.A.P. ( Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale ) e suoi collaboratori, tra questi, al primo posto sul piano della visibilità mediatica, Paolo Attivissimo, hanno contribuito, non da poco, alla situazione descritta. Anzi, posso dire – senza accusare nessuno – che da quando tali personaggi hanno messo le mani nella faccenda, la situazione è andata a deteriorarsi sempre più. Ed è sempre più difficile, per chi non conosce ancora il discorso, raccapezzarci qualcosa. Certo, se si è in buona fede e si è aperti mentalmente a nuove informazioni e a modi diversi di poter vedere la vita e tutte le sue sfaccettature, i canali per informarsi ci sono. Ma se si è chiusi di mente e se si è prevenuti su tutto ciò che non passa in televisione e nei giornali, avrete a disposizione tante possibilità per buttar giù qualche barzelletta nei confronti di chi la vede diversamente da voi. E non importa se si è conosciuti l’argomento da poco, lo sfottò non richiede studio. Alla faccia di chi, da anni, si interessa all’argomento e cerca uno scambio di opinioni con altre persone.

Questa, almeno qui in Italia, è la situazione in cui versano le scie chimiche e chi le segue. Ovvero, chi, ormai, si è abituato, anche con un breve sguardo, a cogliere le scie nel cielo. Sia di giorno e, più difficilmente, di notte.

Caos generato ad arte perché si è andati a “pizzicare” qualche nervo scoperto del sistema? O semplice arroganza di persone prevenute? In entrambi i casi, comunque, certa gente, pur di mandare acqua al mulino del discredito, si porta appresso qualsiasi persona che se ne esce con cretinate e offese contro i cosiddetti “sciachimisti”. Da come notate, in mezzo alla giungla, si gioca pure sporco.

Prima ho accennato al C.I.C.A.P., ecco - con rispetto per chi collabora con tale Comitato, in cui, non per sviolinare, troviamo gente di grande cultura ( Piero Angela, Margherita Hack, ecc… ) – non capisco perché questo Comitato si debba occupare a tale argomento.

Lo scopo originale del C.I.C.A.P., fondato nel 1989, non era quello di indagare sul paranormale? Le scie chimiche sono un fenomeno paranormale? A me, come a tanta altra gente, non sembra. La spiegazione, stando agli ultimi convegni che hanno tenuto a Novi Ligure il 19 settembre passato e del 4 e 5 ottobre a Padova, è che sia una burla metropolitana e perciò deve essere combattuta.

Insomma, non è un fenomeno paranormale, però, dato che ormai ha preso piede tra la gente, il famigerato Comitato gli ha dichiarato, molto sfacciatamente, “guerra”. Va bene ( si fa per dire ), ma continuo a non capire. Se è una burla, perché preoccuparsi tanto? Perché, poi, ultimamente uscirsene con un “F.A.Q.” in cui sono condensate tutte le probabili domande che le persone potrebbero farsi se dovessero incominciare a interessarsi alle scie chimiche? Perchè le risposte che il C.I.C.A.P., tramite il suo “Gruppo di ricerca sulle scie chimiche”, dà alle domande sembrano un guazzabuglio preso nei forum di discussione sulle chemtrails? Perché danno l’aria che chi le ha scritte siano gli stessi autori che postano sui forum o su alcuni blog aperti SOLO ed ESCLUSIVAMENTE per contrastare sia le scie e chi, in prima linea, fa ricerche? Perché questo comportamento particolare? Se esiste, da chi è formato questo “Gruppo di ricerca sulle scie chimiche”?

Si è sicuri che con questo atteggiamento si ottenga qualcosa? Tutta questa morbosa attenzione, serve per nascondere qualcosa che noi comuni mortali non dobbiamo sapere?


Ma ora andiamo avanti.


Ma quando e dove si è incominciato a parlare di scie chimiche? A che cosa servono?

Nonostante che le segua dal 2002 – ma in parte anche dall’anno prima – di preciso non saprei quando “nacque” la notizia. Ho letto che il tutto incominciò a metà anni ’90, credo nel 1995/96, negli Stati Uniti d’America.

Ho sotto il naso il numero 37, marzo-aprile 2002, della rivista NEXUS ( edizione italiana ), dove, nell’articolo “Scie chimiche – controllo climatico” ( scritto nel 2001 da William Thomas ), si parla di persone che incominciarono ad incuriosirsi nel 1997. Infatti, per via del gran numero di “reticolati” in cielo, la gente si preoccupò, ma dall’alto gli dissero di non preoccuparsi. Tutto era sotto controllo.

Ma qualcuno non si è fidato e le indagini, la maggior parte fatte da comuni cittadini, sono andate avanti.

Continuando con l’articolo, possiamo leggere che qualcuno ipotizzò che, l’uso di sostanze disperse nei cieli, fosse per un controllo climatico. Infatti: “…i tentativi di deviare uragani spruzzando sostanze chimiche assorbi-calore sulla loro traiettoria, risalgono agli anni ’50. La ricetta per creare “scudi di cirri” fu delineata in uno studio dell’U.S.A.F. insolitamente tracotante. Il rapporto del 1996, dal sottotitolo “Possedere il Clima entro il 2025”, spiegava come “specialisti climatici” diffondessero sostanze chimiche dalla coda di aviocisterne al alta quota secondo una procedura che l’Aeronautica denominava “oscuramento aereo”. “

( scarica qui il Rapporto WEATHER IN THE YEAR 2025)

Ma subito ci furono le smentite dell’U.S.A.F. :”L’U.S.A.F. non conduce operazioni di irrorazione su aree popolate”.

Ma che aerei si usano per l’irrorazione? Riprendendo sempre l’articolo, indicativamente KC-135 Stratotanker e KC-10 Extender. Ma l’articolo ha sette anni e a distanza di tempo le cose saranno sicuramente cambiate.

Tra le sostanze rilasciate, si parla di alluminio e quarzo ritrovati in campioni di acqua piovana nella località di Espanola ( Ontario - Canada). Ma si parla anche di “Forti emicranie, dolori cronici alle articolazioni, capogiri, pesante stanchezza improvvisa, attacchi di asma acuta e sintomi di “tipo influenzale” senza febbre in un’area di 50 miglie quadrate che coincidevano con ciò che i residenti definivano “mesi di irrorazione” da parte di aviocisterne dell’Aviazione Militare Statunitense ( U.S.A.F. ), identificate tramite riscontri fotografici.” Infatti, i cittadini di quella località, indirettamente accusarono gli U.S.A. per le irrorazioni. Il Canada, almeno alla data di pubblicazione del pezzo, non possedeva flotte di aviocisterne.

La gente, giustamente, era incavolata: “Oltre 500 residenti dell’area di Espanola hanno firmato una petizione che esprime preoccupazione riguardo al possibile coinvolgimento del governo in quello che appare come un veicolo che rilascia una sorta di visibili aerosol; essi hanno scoperto consistenti tracce di alluminio e quarzo in campioni di particolato e di acqua piovana.”

Ma la disinformazione, già 7-8 anni fa, incominciava a muovere i suoi passi. Da una parte è normale, se vuoi tranquillizzare la gente, inventati qualcosa. Ed ecco che qualcuno se ne uscì dicendo:

1) Che, sì, le scie esistono, ma sono “uno scudo celeste per contrastare il riscaldamento globale”. Sarà vero, chi lo sa? “…il progetto dello scudo celeste prevede la distribuzione nella fascia superiore dell’atmosfera, di microscopiche particelle di ossido di alluminio e di altri materiali riflettenti allo scopo, per l’appunto, di riflettere l’uno o il due per cento della luce solare in arrivo.”

L’idea fu di Edward Teller, fondatore del Lawrence Livermore National Laboratory e padre della “bomba-H”.

2) Le scie del cielo, non sono altro che scie di condensazione. Ma qualcuno obiettò, dicendo come era possibile il formarsi di condensazione laddove non era possibile? Ciò è possibile introducendo “finissimo particolato nell’atmosfera.” Infatti, “secondo il Centro Nazionale per la Ricerca Atmosferica di Boulder, Colorado, l’unico modo per formare nubi artificiali in aria secca e calda è quello di introdurre nell’atmosfera particolato sufficiente ad attrarre e a compattare in vapore visibile tutta l’umidità disponibile; se reiterato abbastanza spesso, la risultante foschia senza pioggia può provocare siccità.”

3) Se ci sono scie, lo si deve all’aumento del traffico aereo! ( “…la copertura di nubi cirriformi sugli Stati Uniti è dovuta per il 5% del totale al particolato degli scarichi dei motori che fungono da nuclei per la formazione di nubi” e dato che il numero di voli, col passar degli anni, aumenterà “le nubi artificiali si intensificheranno in concomitanza con la forte crescita del trasporto aereo civile.”

Mi sembra qualcosa di già sentito…e stavamo nel 2001. Mi sa che come scusante, incomincia ad essere vecchiotta. Il bello, poi, è che mettono le mani avanti anche per il futuro.



Questo è quanto si diceva 6-7 anni fa. Le cose non sembrano cambiate. Diciamo che quello che noto di diverso, sono le operazioni di aerosol. Fino, indicativamente, al 2005 erano più visibili. Ora o sono diminuite, o vengono effettuate nelle ore notturne oppure utilizzeranno composti meno visibili. E questa mia impressione è uguale ad altra gente.

Di sicuro, sia prima che ora, di sera possono avvenire con più frequenza data l’oscurità. Il cambiamento delle ore di irrorazione, possono aver subìto un cambiamento visto l’aumento di interesse alla questione da parte della gente? Non saprei, ma può darsi.

Ma confermo: tempo fa erano più sfacciati. Ricordo un giorno, inizi di maggio 2005, mentre camminavo con l’automobile, l’occhio mi andò ad una scia lunga parecchi chilometri. Con lo sguardo la risalii fino all’aereo, ma, con mia sorpresa, vidi che non c’era solo un tanker, ma ben dieci. Dieci aerei, divisi in due gruppi da cinque ciascuno! Ogni aereo emetteva due o quattro scie, le quali, si andavano a “fondere” con le altre degli aerei del gruppo. Così facendo, ogni gruppo aveva la “sua scia” che, a sua volta, andava ad unirsi alla scia dell’altro gruppo. Alla fine, rimaneva una unica scia chimica! Rimasi, senza esagerare, senza parole. Come era possibile tutto quello? Che piani di volo avevano tutti quegli aerei? Perché volavano in formazione? Stavano svolgendo una sorta di “esperimento”?

Da quel giorno, almeno che non abbia visto male, non mi sono più imbattuto in uno “spettacolo” del genere. Avrei voluto avere una macchina fotografica o una videocamera per ottenere, sempre se ci fossi riuscito, una sorta di spiegazione.

Tra le cose in comune con chi osserva le scie chimiche ci sono: reticolati ( anche se qui a Roma non ne ho visti tanti ), scie che formano delle grosse “X”, scie parallele, scie che, una volta rilasciate, rimanendo per decine di minuti “appollaiate” in aria, a mano a mano che passa il tempo, si allargano sempre di più tanto da formare un velo che, per forza di cose, oscura il sole, sensazione di luce riflessa, cielo grigio e compatto.

Ma anche una presenza costante delle scie aeree negli spot pubblicitari, nelle riprese dei telegiornali, nei film e cartoni animati. E’ come se si volessero abituare gli occhi alle presenza delle scie nei cieli. In tal modo, non si si pongono interrogativi sullo scopo delle chemtrails.

Tra gli altri scopi delle scie chimiche, possiamo ipotizzarne varie. Grazie al contributo di un comune cittadino - che ha preso a cuore la questione - di nome Rosario Marcianò ( nickname “Straker” ) e all’aiuto di suo fratello Antonio ( nickname “Zret” ), tramite il blog “Tanker Enemy”, facciamo l’elenco:


· Diffusione di “trimetialluminio” ( vi è anche un’articolo di uno scienziato che conferma )

· Onde elettromagnetiche

· Nuvole artificiali

· Onde radio

· Un ambiente al plasma

· Nebbie chimiche

· Esperimenti dell’Aeronautica: prima parte, seconda parte, terza parte

· Rilascio di “smart dust”


Per quanto concerne il contributo dei singoli cittadini preoccupati delle scie nei cieli, da citare anche Corrado, amministratore del blog “La scienza marcia e la menzogna globale”, che ha stilato un dossier e Vibravito, il quale, partecipando ad un convegno del C.I.C.A.P. sulle scie chimiche, ha aperto un blog dove ha buttato, “nero su bianco”, le sue impressioni su tale conferenza.

Se cito questi cittadini lo faccio non perché stò in contatto con loro tramite lo scambio di commenti su alcuni blog, ma perché sono un esempio di cittadinanza attiva su ciò che succede nella loro nazione e non solo. Non si lasciano tranquillizzare da esperti di turno, ma se hanno un dubbio, giustamente lo approfondiscono e ne scambiano impressioni con chi è aperto al dialogo e alla discussione.

Per finire, non possiamo non parlare del Morgellons. Questa malattia, ancora poco studiata dai medici con la “M” maiuscola, è stata correlata alla diffusione di aerosol nei cieli. In Italia c’è stato anche qualche caso, ma non si sa molto. Il tutto inizia come se si fosse punti da un’insetto e si ha la sensazione di un formicolio sottocutaneo. Successivamente si formano delle pustole dalle quali escono peli che sono risultati “sintetici”!

Abbastanza inquietante, tanto è vero che ci si domanda: “cosa viene rilasciato dai tanker oltre alle sostanze per il controllo del clima?” Noi ci facciamo queste domande, anche perché c’è gente che soffre, qualcun’altro, invece, molto più “intelligentemente” ci si fa quattro risate sopra.

Varie analisi sono state fatte dalla Dottoressa Staninger. Per una migliore comprensione, vi rimando ai seguenti link:


· Le patologie correlate

· Quarzio nelle scie chimiche

· Morgellons, chi vuole nascondere la verità?

· Morgellons, nuove acquisizioni

· Morgellons, fantascienza o oscuro male?

· Altro caso di Morgellons

· Morgellons causato dall’irrorazione chimica?

· Morgellons, nuova malattia o arma causata dall’uomo?

· Intervista ad una paziente affetta da Morgellons

· Scie mortali e Morgellons

· Rimedi contro il Morgellons

· Rapporto Staninger: prima parte, seconda parte, terza parte

· Sito web della Dottoressa Staninger


Per un riepilogo sulle scie chimiche, può rivelarsi utile l’intervista a Straker su “Altrogiornale” ( intervista prima parte, seconda parte ), l’articolo di Straker, “Cosa sono veramente le scie chimiche”, le confutazioni, sempre dello stesso Straker, al “F.A.Q.” del C.I.C.A.P. ( faq, il cui link l’ho messo all’inizio dell’articolo ).


Ricordo pure che tempo fa, qui in Italia, c'è stato qualcuno che si è mosso: l'interrogazione dell 'Onorevole Sandro Brandolini ( che ha avuto una "rassicurazione" che nulla è fuori controllo ), il Comune di Savignano sul Rubicone che ha informato la cittadinanza sulle scie chimiche, articolo del quotidiano "Il Resto del Carlino" sulle scie chimiche. Per avere tutte queste info raggruppate in una unico pagina web, e approfondire in maniera autonoma, cliccare qui.


Sono stato sintetico, ma, grazie ai link al di Straker, credo che grossomodo abbia toccato un po’ tutti i punti.

E’ un argomento che può spiazzare, che, per chi lo segue da poco, potrà sembrare ridicolo, ma quello che penso è che, se si è interessati, basta informarsi senza essere prevenuti. E seguire, per quanto si può, le informazioni giorno dopo giorno. Naturalmente, se non si è convinti, liberi di lasciar stare. Nessuno è costretto, ci mancherebbe.

Un saluto a tutti.




147 commenti:

mike ha detto...

Lavoro apprezzatissimo, sei un grande, continua così!
Mike

Luka78 ha detto...

Grazie, Mike.
Ho dato un mio contributo. Ancora grazie e a presto.
Luka78

Zret ha detto...

Un'eccellente ed utile silloge.

Bravo!!!

Luka78 ha detto...

Ciao, Zret.
Un saluto e un grazie anche a te.
Luka78

loryyy69 ha detto...

complimenti luka per aver creato un'altro spazio di cielo blu.

corrado ha detto...

ormai il dossier piu' aggiornato l'ho spostato su questa pagina

ciao luka e grazie per il tuo contributo

Tursiops ha detto...

Ciao Luka! Ottimo articolo, complimenti. E' un testo chiaro ed efficace.
un caro saluto!

ginger ha detto...

Scie chimiche anche su Diario nel web, bene.
Ringrazio te e gli altri ragazzi che se ne occupano e che hai citato nell'articolo.
E' fondamentale che l'argomento abbia una diffusione continua, in rete come "dal vivo", mentre attendiamo che l'iniziativa di Voyager venga seguita da altri, con la volontà e soprattutto la coscienza di dare spazio a chi ha il coraggio di parlarne.
Ciao Luka, buona giornata.

markogts ha detto...

Ciao Luka, poni una serie di domande, che no capisco se sono retoriche. Se vuoi, ti rispondo in parte, ma fammi sapere se hai intenzione di sentire risposte che non ti piacciono o se hai intenzione di censurarmi, ché mi risparmio la fatica.

Fammi sapere.

Luka78 ha detto...

Un grazie a tutti voi ( Loryyy69, Ginger, Corrado e Tursiops ).
Quello che so, anche se brevemente, l'ho scritto nel mio blog. Un semplice gesto di un cumunissimo mortale e niente più.
Ho detto la mia, forse potrò aggiungere dell'altro. In settimana potrò farlo, non ci sono problemi.

@ Markogts:
"Ciao Luka, poni una serie di domande, che no capisco se sono retoriche. Se vuoi, ti rispondo in parte, ma fammi sapere se hai intenzione di sentire risposte che non ti piacciono o se hai intenzione di censurarmi, ché mi risparmio la fatica.

Fammi sapere.
"

Markogts, perchè parti in quarta?
Scrivi le risposte che vuoi, che ti devo dire?
Posso scrivere la mia sul mio blog? Oppure devo chiederti permesso?

markogts ha detto...

Perché parto in quarta? Ma ti sei accorto o no che il 99% dei blog pro scie chimiche sono moderati (Straker) o manco ammettono commenti (Vibravito)? E che nei blog non moderati arriva presto l'avviso di Straker a "chiudere il becco", "togliere visibilità" ai poster non allineati?

Comunque, considero questa frase
Scrivi le risposte che vuoi
come un invito al dialogo.

Non ho intenzione di confutare la parte scientifica dell'argomento, cosa che peraltro ho già fatto migliaia di volte e che il CICAP ha affrontato in maniera direi esaustiva. Come detto, risponderò ad ALCUNE delle domande, non tutte, il tuo post è lungo e davvero ho poco tempo.

C’è chi è scettico a priori e chi, lavorando in chissà quale posto, anche per la posizione coperta durante le ore lavorative.

Essere scettici a priori è un altro modo di dire che si cammina a chiappe strette per non farselo mettere in quel posto, che sia un blog su internet o un acquisto dubbio. E' un modo di vivere, che si impara in genere a caro prezzo dopo essersi scottati con furbacchioni di ogni risma.

Sul discorso del "lavorando in chissà quale posto", non ti seguo, a parte che manca un verbo, ma non capisco: sostieni che c'è gente pagata per darvi contro? Si, vero, Attivissimo vive (anche) del suo blog, il CICAP è nato per questo (anche se non ha scopo di lucro), ma attendo ancora le prove della famigerata "isola di Man" o altro. Io? In questo momento, per questo post lungo, sto rinunciando a mangiare durante la mia pausa pranzo. Lavoro al computer, rispondere al volo ad un paio di battute su qualche blog è una cosa che posso fare mentre si carica un disegno 3D o durante la pausa caffé, che dici?

E non importa se si è conosciuti l’argomento da poco, lo sfottò non richiede studio. Alla faccia di chi, da anni, si interessa all’argomento e cerca uno scambio di opinioni con altre persone.

Per quel che mi riguarda, lo sfottò è una parte intrinseca del divertimento, una delle motivazioni a farlo. C'è chi chatta, chi guarda video su youtube e chi sfotte gli sciachimisti. Però non puoi negare che il CICAP, Axlman, Attivissimo ed anche io nel mio piccolo abbiamo spiegato un sacco di cose in termini prettamente scientifici, oggettivi, completi di fonti e senza sfottò.

– non capisco perché questo Comitato si debba occupare a tale argomento.

Il CICAP, ad esempio, si è occupato anche di omeopatia, di crop circles, di UFO, argomenti non prettamente paranormali. Il CICAP passa dovunque sia richiesta una verifica scientifica, razionale ed oggettiva. Presente la frase "si vede ad occhio che è sotto il cumulo"? Ecco, quella NON è un'affermazione oggettiva.

se è una burla, perché preoccuparsi tanto?

Lo stesso discorso potremmo farlo per le madonne che piangono e per i crop circles. Ti ribalto la domanda: se non il CICAP, chi? Dobbiamo credere alle parole di Straker e Zret senza verifica?
Per quel che riguarda invece me pesonalmente, io ce l'ho con i fratelli Marcianò per questo:

Re: CHEMTRAILS SULLA RTL-TV (GERMANIA E CROAZIA) (Voto: 1)
di Zret il Martedi 29 Maggio 2007 (15:38)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Che dire delle repliche di Marko ? A E' un idiota B E' un disinformatore Tertium non datur. Non so che cosa gli faccia più onore.

Marko, si evince dalle tue risposte che sei un agente, un prezzolato.

Questo più o meno la prima volta che avevo scritto qualcosa sull'argomento. Il servizio era una bufala clamorosa, come spiegato qui, io pensavo sinceramente di chiarire certi errori di traduzione, e vengo tacciato di idiota e disinformatore, senza neanche un buongiorno? Bene, si sono fatti un nemico. E, come me, tanti altri, chiedi ad esempio a Hanmar. Ti basta come motivazione per correr loro dietro e metterli continuamente alla berlina? Aggiungici che è divertentissimo, io lo trovo paragonabile alle palle di neve. Altra cosa: parlo correntemente sloveno, inglese e tedesco. Se trovo un'errata traduzione da queste lingue su un argomento, ho o non ho l'obbligo morale di contribuire alla correzione? Idem per la scienza: sono laureato con 110 e lode in ingegneria meccanica, oltre ad essere appassionato di fotografia, di astronomia, aeronautica e tecnica in genere, argomenti di cui la so parecchio più lunga del cittadino medio. Avendo questa fortuna, questo dono di natura, ho o non ho il dovere di condividerlo con gli altri, diffondendo quello che so in modo che possano saperlo anche gli altri?

Perché, poi, ultimamente uscirsene con un “F.A.Q.”

E' la soluzione più semplice per informare, no?

in cui sono condensate tutte le probabili domande che le persone potrebbero farsi se dovessero incominciare a interessarsi alle scie chimiche?

Si chiamano appunto FAQ...

Perché danno l’aria che chi le ha scritte siano gli stessi autori che postano sui forum o su alcuni blog aperti SOLO ed ESCLUSIVAMENTE per contrastare sia le scie e chi, in prima linea, fa ricerche?

Forse per il semplice fatto che la verità oggettiva e scientificamente provata è una e una sola. Se poi hanno preso dei contributi da gente che ha già fatto in parte il lavoro, che male c'è? Io, per quel che mi riguarda, non conosco nessuno di questo "gruppo di lavoro". Se sostieni chissà quali collusioni, dovresti anche portare delle prove, non trovi?

Buon appetito.

Luka78 ha detto...

Grazie per il tuo intervento, Markogts.
Quello che noto, comunque, è che ci si arrabbia per questioni private: Straker mi ha detto questo, Zret mi ha detto quest'altro.
Ognuno è responsabile di quello che dice e/o scrive, e se ci si rimane male è normale che si possa portare rancore per molto tempo.
Ma ciò non toglie l'essere prevenuti su certi argomenti, anche perchè nessuno ha costretto nessuno a seguirli.
Tu lo sai benissimo che cercare di farsi capire è difficile, ed è così facile mandare tutto all'aria tramite un commento scherzoso che ci si può incavolare.
Non stò giustificando nessun comportamento "sopra le righe" di qualsiasi persona, ma mettiti nei panni di chi cerca di divulgare certe notizie e non è preso sul serio. Ma solo deriso dalla mattina a sera, senza ( lo ripeto ) convincere nessuno.
Chiunque mette mani a certi argomenti è preso in giro. Poi, se a queste persone gli girano le scatole per ovvi motivi e non vanno per il sottile in caso di interventi poco costruttivi, non dico che non bisogna prendersela ma, che ne so, cercare di essere, per quello che si può, comprensivi.
Ma tanto lo so che non lo si è. E ormai è diventato un comportamento a priori. Stà diventando uno sport nazionale.

Non so cos'altro aggiungere. Non mi viene in mente niente, tanto non c'è dialogo.

Ora ti saluto e a presto.

markogts ha detto...

Poi, se a queste persone gli girano le scatole

Eh no, Luka, non è così la faccenda. Verifica pure i link, le offese furono gratuite ed immotivate. Io stavo parlando di FATTI, mi è stato risposto a MALE PAROLE. E sto parlando di una delle prime volte che intervenivo sul tema.

ma mettiti nei panni di chi cerca di divulgare certe notizie e non è preso sul serio.

Tipo di chi dice testuale:
Hai mai visto che per misurare la quantità di pm intorno alle centrali al carbone, gli inceneritori, nei centri a traffico automobilistico intenso, si posizionino i sensori nelle ciminiere o nei tubi di scappamento delle auto?

Non esistono controlli degli scarichi industriali o dei gas di scarico delle auto?

1
2
3
4
5

Come si fa a prendere sul serio uno che dice cose simili? Ti rendi corso che io ho fatto un corso all'università (Misure meccaniche, termiche e collaudi) dove abbiamo dedicato decine di ore esplicitamente ai metodi di campionamento dei fumi dalle ciminiere? E questo arriva, si atteggia da professorino e A ME non devono girare le scatole? Lo sfottò in questi casi è il minimo.

Giovanni ha detto...

beh, credo che molti ce l'abbiano con Straker e Zret perchè sono aggressivi, rispondono male, insultano, censurano, nascondono, sfuggono al confronto.
E fanno errori. Che lasciano o nascondono.
Penso che, a tutti gli effetti, siano l'origine della maggior parte dei "debunkers".

Uno capita nel loro blog per un motivo o per l'altro, vede un'assurdità (nel mio caso è stata l'affermazione che un fascio laser si troncava di netto a 3500m), gliela fa notare gentilmente, e viene censurato e insultato.

Ovvio che poi a qualcuno saltano (nel mio caso, mi sembra di essermi sempre mantenuto educato) e comincia a sfotterlo da altre parti.
Sul suo blog non si può rispondere. Lui offende e censura, ma si arrabbia se qualcuno dice male di lui da qualche altra parte.

Ultimo esempio nel mio caso? Gli ho fatto notare che nel suo documento, non si parla MAI di nanotubi di carbonio. Il mio secondo commento è stato censurato. Perchè?

Non so quali siano i tuoi interessi e la tua professione, ma se vedi un'errore grossolano, non ti viene voglia di farlo notare?

Giovanni

markogts ha detto...

tanto non c'è dialogo.

Come vedi siamo qua.

Vale56 ha detto...

Luka e che dire del fatto che Straker falsifica le prove?

Non dire che sono errori, ti abbiamo già segnalato più volte falsificazioni intenzionali Vogliamo parlare della sua falsa laurea? O di come calcola le tangenti? o della sua promessa di mettere a disposizione il video degli inesistenti ufo a Sanremo? Vogliamo parlare di come ha manipolato i video della conferenza di Angioni? o vogliamo parlare di come da credito a un medico radiato dall'ordine per aver causato la morte dei suoi pazienti?

Vedi luka essendo straker totalmente sputtanato, è difficile pensare che una persona che abbia raziocinio gli creda. Non arrabbiarti se poi dai l'impressione di essere imboccato da lui.

gg ha detto...

Quando dicevo che i complottisti sono pericolosi non scherzavo:
http://www.riosaeba78.altervista.org/index.php?showtopic=264&st=0&gopid=585&#entry585

Quando poi Straker dice"siamo qui per divulgare, pur tra molti limiti e moltissime difficoltà, ma sempre in buona fede. A noi interessano la salute, la verità, l'ambiente e la libertà. Se qualche casa editrice vorrà pubblicare un libro sulle scie mortali, noi rinunceremo in toto a qualsiasi provento. Non ci interessano né il denaro né la gloria." e poi vende due suoi libri su lulu.com ...beh...mi fa un pò incazzare questo.
Almeno lo dica: un pò di soldini li vuole tirar su, e farebbe bene.
http://www.riosaeba78.altervista.org/index.php?showtopic=265

Questo è lo stesso commento che ho scritto anche da Straker che dice di amare tanto la democrazia.
Secondo te quale delle due non verrà pubblicato?Tutti e due?
Ciao a tutti.

Luka78 ha detto...

Incomincio con Vale56 perchè scrive una cosa molto discutibile:

"o vogliamo parlare di come da credito a un medico radiato dall'ordine per aver causato la morte dei suoi pazienti?"

Parli di Simoncini, vero?
Certo. Mi dici quanti morti ogni anno avvengono in tutto il mondo a causa dei metodi tradizionali? Dai, sù! Qui Straker non c'entra nulla, è solo un pretesto.
Dì un pò! Perchè non avercela anche con Veronesi che continua con i soliti metodi di cura che aumentano i posti occupati nei cimiteri?
Qui stiamo all'assurdo.

"Non arrabbiarti se poi dai l'impressione di essere imboccato da lui."

E falla finita!

@ Markogts:
"Eh no, Luka, non è così la faccenda. Verifica pure i link, le offese furono gratuite ed immotivate. Io stavo parlando di FATTI, mi è stato risposto a MALE PAROLE. E sto parlando di una delle prime volte che intervenivo sul tema."

A parte quella circostanza, io mi riferivo in generale. Non giustifico nessun comportamento fuori le righe, ma ...rileggi quello che ti ho scritto ieri.

Stesso discorso vale per Giovanni che fa le medesime considerazioni:
"Ovvio che poi a qualcuno saltano (nel mio caso, mi sembra di essermi sempre mantenuto educato) e comincia a sfotterlo da altre parti.
Sul suo blog non si può rispondere. Lui offende e censura, ma si arrabbia se qualcuno dice male di lui da qualche altra parte.
"

@ GG:
"Quando poi Straker dice"siamo qui per divulgare, pur tra molti limiti e moltissime difficoltà, ma sempre in buona fede. A noi interessano la salute, la verità, l'ambiente e la libertà. Se qualche casa editrice vorrà pubblicare un libro sulle scie mortali, noi rinunceremo in toto a qualsiasi provento. Non ci interessano né il denaro né la gloria." e poi vende due suoi libri su lulu.com ...beh...mi fa un pò incazzare questo.
Almeno lo dica: un pò di soldini li vuole tirar su, e farebbe bene.
"

Intanto metti il link; http://www.lulu.com/browse/search.php?search_forum=-1&search_cat=2&show_results=topics&return_chars=200&search_keywords=&keys=&header_search=true&sitesearch=lulu.com&q=&fSearch=rosario+marcian%C3%B2&fSearchFamily=0&fSubmitSearch.x=0&fSubmitSearch.y=0
Quel sito, come sai, è un sito ( da quello che ho letto - neanche lo conoscevo )dove una qualsiasi persona può pubblicare ciò che vuole. Quindi, così come c'è scritto nelle prime righe, LULU non è un'editore.
Leggi bene prima di accusare chi chessia di certe cose.

@ tutti voi:
Scusate il ritardo nelle risposte, ma 'sta settimana faccio la sera, quindi ieri pomeriggio non stavo a casa.

Andrea ha detto...

Salve ragazzi, ciao Luka,
vorrei anche dire qui la mia, se posso, e scusate se sarò un po’ lungo.
Luka78, l’ammistratore, mi conosce già come quello che ha segnalato, qualche post fa, su questo blog, il caso della scrittrice Antonella Randazzo, altro esempio di sedicente paladina della verità su fonti autoreferenziali che censura bellamente qualsiasi intervento critico. (https://www.blogger.com/comment.g?blogID=2867661435417907368&postID=5651734480167756381) . Ragazzi, qui mi sa che bisognerebbe un attimo fare il punto della situazione. A me pare che, partendo dal sacrosanto esercizio alla critica e dalla penosa situazione del mondo della informazione ufficiale soprattutto italiana, nel mondo dei blog e di internet sia iniziata da parte di molti una deriva inarrestabile verso la paranoia. Certamente ognuno può dire la sua, però bisognerebbe sempre distinguere e tenere in fin dei conti la testa sul collo. Vedo che proliferano sempre più pagine web e blog dove perfetti sconosciuti, pressoché totalmente ignoranti nella materia di cui parlano, discettano con la sicumera di un premio Nobel di cose che richiedono anni di studi, ricerche, confronti. Allora per queste persone studiare anni e anni sui libri o all’università o nei laboratori, dalla fisica all’economia, dalla medicina all’ingegneria, sarebbe solo tempo perso, poiché loro invece con intuito istantaneo posseggono la “verità”. E il bello è che trovano sempre (come avviene invariabilmente anche nella vita reale) i semplici che abboccano, perché i loro concetti sono terra-terra, mentre occorrono anni di studio per padroneggiare i concetti e i formalismi del sapere scientifico. Il tratto distintivo di questi ignoranti è, ovviamente, ignorare, ossia rispondere alle critiche informate, che qualcuno come gli ottimi “markogts” “vale56” o “giovanni” si sente in animo di fare, o censurando (stile Antonella Randazzo, www.lecensurediantonellarandazzo.blogspot.com ) o, per i più zotici, bofonchiando insulti. E’ ovvio che sia così.
Mi sono chiesto: a qual fine accade questo? secondo me, e qui vorrei lanciare una riflessione, a parte i casi di protagonismo di gente che in questa maniera si vede riconosciuta una sorta di “autorevolezza” che nella vita reale non avrebbero mai, molte di queste “cosmogonie” autoreferenziali internettare nascono, come suggeriva qualcuno nei commenti precedenti, dal movente più vecchio del mondo: i soldi. Sta fiorendo tutto un mercato di “informazione alternativa” o sedicente “controinformazione” (uso questo termine perché in voga, ma secondo me la vera controinformazione è quella della per es. della giornalista Milena Gabanelli o del virologo Peter Duesberg) e questo mercato ha bisogno di essere pompato.
Allora vengono lanciate teorie dalle più verosimili alle più assurde, tutte però rigorosamente non-falsificabili, ci si scrivono saggi, libri, dvd, e poi si vendono. Non ci credete? Pensate che il cosiddetto mago Otelma ha fatto miliardi con questa roba qui: http://www.divinotelma.com/divinotelma/rito2002.asp . Tanto più si possono far soldi propalando teorie strampalate su cui c’è un mercato di milioni di euro. Se non siete convinti, allora siete pronti per prostrarvi ignudi di fronte alla sua Divina Immagine con il sale in testa, le monetine e l’aglio nelle orecchie e… ricordate di dire la formula magica!
Un saluto a tutti.

Luka78 ha detto...

@ Andrea:

Il tuo discorso fila, perchè c'è sempre qualche disonesto. Hai fatto l'esempio di Otelma, qualcun'altro ( tra cui, quelli che hai nominato ) citano Wanna Marchi, ma facendo così generi confusione. Non so se volutamente o involontariamente.

"A me pare che.....nel mondo dei blog e di internet sia iniziata da parte di molti una deriva inarrestabile verso la paranoia."

Diciamo che non è paranoia, ma voglia di mettere giù alcune idee che prima, ma neanche troppo tempo fa, per via dei limitati mezzi che si avevano ( parlo di internet ), non si potevano condividere con molta facilità. Certo, c'è sempre chi esagera, ma l'esagerazione avrà il tempo che trova.
Se uno si fa dei dubbi, non è paranoia. Perchè se la metti così, anche lamentarsi che il macellaio sotto casa aumenta il prezzo, è paranoia. Tutto è paranoia, quindi?

"Vedo che proliferano sempre più pagine web e blog dove perfetti sconosciuti, pressoché totalmente ignoranti nella materia di cui parlano, discettano con la sicumera di un premio Nobel di cose che richiedono anni di studi, ricerche, confronti. Allora per queste persone studiare anni e anni sui libri o all’università o nei laboratori, dalla fisica all’economia, dalla medicina all’ingegneria, sarebbe solo tempo perso, poiché loro invece con intuito istantaneo posseggono la “verità”."

Non so a chi ti riferisci in particolare - anche se dopo citi la Randazzo - ma quanti giornalisti parlano di tutto e di più senza nessuna lamentela da parte di chi ha i titoli per poter parlare? C'è chi può, perchè accondiscendente, e chi no?

"E il bello è che trovano sempre (come avviene invariabilmente anche nella vita reale) i semplici che abboccano, perché i loro concetti sono terra-terra, mentre occorrono anni di studio per padroneggiare i concetti e i formalismi del sapere scientifico. Il tratto distintivo di questi ignoranti è, ovviamente, ignorare, ossia rispondere alle critiche informate, che qualcuno come gli ottimi “markogts” “vale56” o “giovanni” si sente in animo di fare, o censurando (stile Antonella Randazzo, www.lecensurediantonellarandazzo.blogspot.com ) o, per i più zotici, bofonchiando insulti. E’ ovvio che sia così."

Se ad una persona certe osservazioni, certe domande piaciono, si discute. Perchè stimola la discussione, il pensare ad altre vie. Non si abbocca. Ma se vuoi metterla così, fallo. Tanto, non avendo titoli in tasca, si è ignoranti.
Quei tizi che hai segnalato sono ottimi? Si vede che un certo modo di rapportarsi ti piace. E questo non fa altro che creare un muro tra le menti illuminate che sono/siete e la plebaglia che segue pseudo-giornalisti/scienziati/ricercatori, ecc...

"Mi sono chiesto: a qual fine accade questo? secondo me, e qui vorrei lanciare una riflessione, a parte i casi di protagonismo di gente che in questa maniera si vede riconosciuta una sorta di “autorevolezza” che nella vita reale non avrebbero mai, molte di queste “cosmogonie” autoreferenziali internettare nascono, come suggeriva qualcuno nei commenti precedenti, dal movente più vecchio del mondo: i soldi. Sta fiorendo tutto un mercato di “informazione alternativa” o sedicente “controinformazione”...e questo mercato ha bisogno di essere pompato.
Allora vengono lanciate teorie dalle più verosimili alle più assurde, tutte però rigorosamente non-falsificabili, ci si scrivono saggi, libri, dvd, e poi si vendono. Non ci credete?
"

Anche tu cadi in questo tranello (?) dei soldi?
Vespa che se ne esce ogni anno, una settimanella prima di Natale, con il suo solito libro? Niente da segnalare? L'anno scorso, dato che era privo di idee, fece un libro solo sulle mogli dei primi ministri/Presidenti. Ripeto: nulla da segnalare?
E poi, Andrea, mi sembra la solita scusante per far tacere chi la pensa diversamente.
Se uno è un giornalista, ma non gliene frega nulla di "leccare", gli è concesso di scrivere cose che altri non oserebbero scrivere?
Vedo che ce l'hai a morte con Antonella. Lasciala in pace. Vuole diffondere certe informazioni. Per ritornare coi piedi per terra basta accendere la "tivvù", tranquillo.

Un saluto.

markogts ha detto...

@ andrea: condivido gran parte della tua analisi, con due distinguo. Il primo, marginale, lo faccio su Duesberg, che, benché uno scienziato e non un ciarlatano, sostiene delle ipotesi molto controverse. Ma sul tema non ho timori: il metodo scientifico, prima o dopo, trionferà. Se aveva ragione o torto, prima o dopo lo scopriremo. Al momento attuale pare che abbia torto. Io di casi simili ne conosco anche altri, ad esempio Halton Arp con le sue osservazioni sulle quasar. Ma, chiaramente, stiamo parlando di rispettabili scienziati, benché minoritari, quindi tutt'altro che ciarlatani.

Altro appunto che mi sento di farti riguarda il discorso economico. Se da un lato ci sono "bizniss" miliardari come l'omeopatia (chiedi a qualsiasi farmacista) dall'altra ci sono anche quelli che ci credono davvero, vedi il genio di Domenico Schietti, o Straker&co. Accusar loro di farsi soldi, quando di fatto se ne fanno ben pochi, rischia di essere controproducente. Vero, Straker chiede soldi per il telemetro e "donazioni" via paypal, ma non mi pare che ne venga fuori un grande affare. Per tirare su 2000 euro col telemetro hanno impiegato mesi. Certo, dar soldi a questa gente è comunque uno spreco, ma non è il caso di considerarlo come "movente", primo perché se questa accusa è falsa, li si rafforza nei suoi convincimenti, secondo perché, volendo, anche attivissimo ed il cicap sono alla costante ricerca di fondi. Finché Straker non si mette a vendere cannoni orgonici, non mi insospettirò.

Perché lo fa Straker? La mia ipotesi è un bias cognitivo tremendo, che ormai gli fa filtrare comunque qualsiasi informazione non allineata con il suo pensiero, oltre all'ebrezza di poter comandare a bacchetta alcune persone (dicono che comandare sia meglio che scopare...) Un esempio? Guardate le scuse di Tonnoriomare:

Scusami straker se ti sono sembrato dubbioso (...)
siete due persone molto coraggiose e ammirevoli


Sembra l'abiura di Galileo... Avere gente che si prostra o anche semplicemente ti dà ragione, essere invitato sulla TV nazionale... Non vi sembra sufficiente come motivazione per farlo? E magari, tutte le volte in cui ha dimostrato malafede, in realtà a sé stesso sarà apparso come uno che fa una cosa sbagliata, ma a fin di bene... Insomma, non mi stupirei di scoprire che Straker, alle scie chimiche, ci crede davvero.

BigRedCat ha detto...

Luka.
Ti è mai venuto in mente che per "diffondere certe informazioni" servano le prove?

markogts ha detto...

@ Luka:

Ti ho convinto sulle MIE motivazioni a fare il "debunker"?

PS In bocca al lupo per il turno di notte, non ti invidio. Cmq non c'è fretta a rispondere, anzi, consiglio per tutti, sciachimisti e debunker, è sempre quello di non prendere troppo sul serio la questione, ci sono tante cose belle ed importanti nella vita da fare, non sempre è intelligente perdere ore su un blog.

arturo ha detto...

scrivete solo commenti spazzatura

dite tutto e il contrario di tutto

poi l'attenzione è stata malamente portata su la presunta arroganza e/o disonestà di straker e zret

siete proprio bravi

qui però vorremo capire cosa spruzza nei cieli la nato

non se tizio o caio ha sbagliato o non ha sbagliato, non mi interessa, non è questa la mia domanda

quindi mi ripeto

o mentite, cioè state recitando una parte

o siete dei comuni stolti, come, per inciso, alcuni miei cari amici, che per quanto cari non si accorgono delle immense operazioni militari in atto

il punto è che nell'atmosfera sono state, sono tutt'ora, e saranno in futuro irrorate sostanze sconosciute ai cittadini, tutto nel completo segreto, nella omertà delle istituzioni, e nel silenzio assoluto degli "addetti ai lavori"

calunniare, per che è questo che state facendo, straker e soci, non fa sparire le tonnellate di roba che i militari spruzzano nell'aria

vogliamo che le operazioni militari venghino ufficializzate, e se questa roba è tossica vogliamo le teste di chi doveva parlare e ha taciuto

qua a nessuno importa se a tanker enemy hanno commesso qualche presunto passo falso

il punto, ancora una volta, è un altro:

COSA STANNO FACENDO I MILITARI NEI NOSTRI CIELI??

io attendo ancora una risposta, ma ho il presentimento che questa non verrà di certo dalle istituzioni

nel articolo si parla di cicap
perchè non parlate di come si sono sputtanati con le faq? forse però non è conveniente parlare di cose serie. meglio parlare di "una volta mi ha offeso, e io allora ho offeso lui, poi lui fa i soldi ecc..."

RIDICOLI

fate come Vespa, che parlava di cogne mentre il silvio nazionale veniva assolto (prescritto)

operazioni militari=paranormale?
guerra elettronica=paranormale?

RIDICOLI

il cicap si deve occupare del mago otelma dite bene, non di operazioni militari

ma poi mi chiedo, se siete in buona fede, non l'avete visto il cielo ieri ? no so di dove siete ma i cieli di mezza italia erano ripieni di sostanze sconosciute

forse centra qualcosa con le esercitazini nato made in sardegna?

che schifo, chi sa e tace mi fa solo schifo

per inciso, se scoppia lo scandalo, chissà cosa si inventano al cicap e soci

i militari dovrebbero vergognarsi
insieme a tutti gli uomini di scienza che non dicono niente di niente

mi fate schifo

vergogna

c'è un limite anche ai segreti militari, ed è già stato oltrepassato da un bel pezzo

arturo ha detto...

"Cmq non c'è fretta a rispondere, anzi, consiglio per tutti, sciachimisti e debunker, è sempre quello di non prendere troppo sul serio la questione, ci sono tante cose belle ed importanti nella vita da fare,"

SANTO CIELO

no ma infatti, non dobbiamo prendere sul serio il fatto che viviamo in una perenne esercitazione militare segreta, con tanto di irrorazioni clandestine quotidiane di sostanze sconosciute, forse tossiche

è giusto non prenderle sul serio queste cose, anzi, d'ora in poi farò finta di nulla !!

mah...

Andrea ha detto...

Solo una precisazione: non ce l’ho a morte con nessuno, ma Antonella Randazzo non diffonde alcuna informazione originale, intesa, a norma di vocabolario, come “elemento o dato nuovo che permette di venire a conoscenza di qualcosa”, ma espone delle sue teorie interpretative, tra l’altro legittimamente. La mia contestazione parte dal fatto che lei le presenta invece come fatti, ma senza la minima prova di ciò che va dicendo. Tutto qui. (Tralascio volutamente qui il fatto che lei censura ogni argomentazione che la contraddice). E’ il metodo che non mi piace, non la persona, che nel contesto è irrilevante. Ma non voglio parlarne oltre, per gli approfondimenti rimando al blog da me citato prima, così ognuno si può fare la sua idea.
Come commento generale, poi, sono sempre più meravigliato dal fatto che la gente trovi strano o insopportabile l’idea che per fare affermazioni (di un certo tipo) bisogna avere prove o ragionevoli indizi. E’ stupefacente. N.B. ho detto “affermazioni”, non “dubbi” (che sono sempre legittimi).
Ciao.

Giovanni ha detto...

@luka78 e @Vibravito
cito:
"@ Vibravito:
"Fino a quando nei tuoi articoli non hai parlato di scie chimiche, sei stato tranquillo, appena hai provato a riportare delle semplici riflessioni sull'argomento, subito si è precipitata l'armata dei debunkers con le loro diffamazioni.
E questo sicuramente non è un caso."

Hai ragione, ci ho fatto caso. Ma me lo immaginavo. Non sarò una cima, ma rimbecillito fino a tanto, no.
Ora, compresi i miei 4-5 messaggi, stiamo a 20 commenti. Un record per il mio blog!"

fine citazione

No, non è un caso.
1)Tutte le persone che ti hanno scritto sono quelle che leggono tankerenemy.
2)hai avvisato su tankerenemy che avevi aperto un blog.
3) Qualcuno (non ricordo chi) ha visto l'avviso e l'ha riportato su i-deliri-di-hanmar
4)visto che non censuri e lasci abilitati i commenti, le persone che cercano un confronto sono venute a commentare qui.

Come vedi, non c'è bisogno di nessuna congiura, nessun pagamento dal governo. Solitamente, è meglio prima controllare se esiste una spiegazione più semplice.

Giovanni

BigRedCat ha detto...

arturo.
Hai le prove, almeno indiziarie, di quello che dici?
Fino a prova contraria in cielo vedo solo vapore acqueo.
Puoi convicermi in qualche modo del contrario?

BigRedCat ha detto...

Se qualcuno ha volglia di ragionare:

http://www.meteoam.it/satellit/WWW/vapore3_2008-10-14%2012:15:00.jpg

Questa è la carta di rifrazione al Vapore Acqueo di Meteosat 7.
Questa roba è tutta chimica?

BigRedCat ha detto...

Scusate, l'immagine si aggiorna continuamente

Usate questo Link:
http://www.meteoam.it/modules.php?name=meteosat7

markogts ha detto...

scrivete solo commenti spazzatura

mentite

siete dei comuni stolti

vogliamo le teste

sputtanati

RIDICOLI

RIDICOLI

ma poi mi chiedo, se siete in buona fede

che schifo, chi sa e tace mi fa solo schifo

i militari dovrebbero vergognarsi
insieme a tutti gli uomini di scienza che non dicono niente di niente

mi fate schifo

vergogna


Scusa Luka, com'era il discorso? Dovrei essere comprensivo? Chi è qua il "muro" del "muro contro muro"?

BigRedCat ha detto...

Glielo spieghi tu ai tuoi amici che la definizione di "innocue velature" è riferita al fatto che la copertura in oggetto non è in grado di generare alterazioni significative delle condizioni meteo, o più semplicemente, sono coperture parziali non in grado di portare pioggia?

arturo ha detto...

cari i miei internauti

il tempo per la "comprensione" è finito, almeno per me

poi dite che cercate il "confronto"

"confrontate" le faq del cicap eheh

le castronerie del piccolo chimico del cicap sono nero su bianco

portami le prove che le simulazioni di guerra elettronica non fanno largo uso di irrorazioni nell'atmosfera

voglio che un generale vada in tv e dica che le irrorazioni non esistono e che è tutta fantasia

vista la grandezza che ha assunto questa paura ingiustificata, pretendo che in televisione ne parlino ai tg tutti i giorni, dicendo che sono tutti allarmi ingiustificati

no perchè sai, apparte voyager che è un programma che parla di cose paranormali, l'argomento scie è un pò tabù in italia e nel mondo

se è tutta fantasia perchè è così spinoso questo argomento ?

perchè l'esercito con un comunicato stampa non dà spiegazioni esaurienti su questo "fenomeno" ?

vapore acqueo.......mah..è strano che con una concentrazione di umidità tale da rendere il cielo una patina bianca non piova da molti giorni (è mesi che non piove come dovrebbe)

il vapore acqueo oltre tutto non riflette la luce in quel modo.
a meno che....non sia vapore acqueo

o meglio, è vapore acqueo, ma "corretto" eheh.....

debunkatemi come si deve le faq del cicap di tanker enemy

se avete ragione, deve essere una barzelletta per voi, oltre ad essere un utile servizio per i cittadini spaventati "ingiustificatamente",come, per esempio, me

vi chiedo per piacere di smentire le faq di tanker enemy

potreste fare proprio un pdf con le contro-risposte, così, per dimostrare che non ci sono prove a carico dell'uso di irrorazioni a scopi militari

ciao

ps quando ho detto che sono schifato non mi riferivo agli utenti del blog, ma bensì alle autorità, alle istituzioni, e a coloro che stanno al loro gioco

BigRedCat ha detto...

Arturo, hai posto una quantità di questioni, ma ne prendo solo una come esempio.
Tu dici:

"vapore acqueo.......mah..è strano che con una concentrazione di umidità tale da rendere il cielo una patina bianca non piova da molti giorni (è mesi che non piove come dovrebbe)"

Con questo tipo di osservazioni dimostri di essere (senza offesa alcuna, è una cosa molto comune) a livello zero in metereologia.
Ciò significa che stai facendo da cassa di risonanza ad affermazioni altrui, senza aver approfondito minimamente questo aspetto.
Forse qualcuno sta strumentalizzando la tua buona fede o la tua passione? Non sta a me stabilirlo, ma ti do un consiglio che ho dato a decine di altri attivisti. Dedica mezz'ora al giorno allo studio delle metereologia di base (digita didattica meteo su un motore di ricerca e scegli liberamente). Studia bene un atlante delle nubi e verifica poi quali sono gli eventi perturbati che tipicamente portano precipitazioni nel nostro paese.
Quando avrai fatto questo, se ti sentirai ancora convinto che la normale foschia è "roba chimica", contattami sul mio blog e ne riparleremo serenamente.

Giovanni ha detto...

Scusa, arturo, ma le FAQ del cicap sono una già una confutazione, che porta prove e citazioni.

Bisognerebbe dunque fare una confutazione della confutazione della confutazione?

Beh, se la confutazione di tankerenemy ti sembra seria, allora ci metto poco a confutarla a mia volta.

confutazione alla FAQ di tankerenemy:
"no comment. Tali affermazioni sono un insulto all'intelligenza umana"

Scherzi a parte (solo una provocazione, solo una provocazione), non ho la competenza specifica per confutare tutto quello che dice (non ce l'ha nemmeno Straker, in realtà), ma faccio un paio di esempi:

Straker parla di molteplici analisi al suolo.

E' già stato spiegato che le analisi al suolo non sono attendibili per la misurazione di materiale disperso a km di altezza. Inoltre, perlopiù i composti ritrovati erano ampiamente dentro i margini della normalità. Le persone più indicate per valutare l'anomalia di sostanze in analisi al suolo sono chimici e geologi, ma tankerenemy non crede a chimici e geologi.

altro esempio
tankeremy dice
Innanzitutto la NASA non è fonte attendibile.
Perchè non dovrebbe esserlo? E' stata provato che stia cospirando? No? Non è quello che si sta cercando di provare? Al massimo puoi dire:
La NASA potrebbe non essere fonte attendibile, SE ci fosse una cospirazione. Ma prima dovresti provare l'esistenza della cospirazione, non utilizzarla come assunto. D'altronde, se togli la NASA e qualsiasi cosa che si occupi di metereologia e di areonautica e di militari, mi spieghi chi può parlare di fenomeni atmosferici?
Infatti, lui stesso è costretto a citare diverse agenzie (tra cui la NASA) per cercare di recuperare il mantra degli 8000/-40/70%, senza peraltro riuscirci.

Non solo, cita un libro cartaceo dell'86, dunque le scie di condensazione esistevano sicuramente anche prima degli anni 90.

questi solo un paio di esempi, ma credo che casomai sarà il CICAP ad aggiornare le FAQ.

ah. E' chiaro che tutte quelle contrail passano DIETRO i cumuli. Al punto che in una foto le contrail sono illuminate dal sole al tramonto/alba, mentre le nuvole sono in ombra.

Ma è tutto inutile in realtà, perchè chiunque venisse a spiegarti che sono contrail, qualunque prova ti fosse data, tu non ci crederesti.

Giovanni

markogts ha detto...

Arturo:

voglio che un generale vada in tv e dica che le irrorazioni non esistono e che è tutta fantasia

Ehm... già fatto. Preferisci il colonnello Giuliacci o il Sottosegretario alla difesa Menia?

markogts ha detto...

Un chiarimento: la descrizione delle offese che ho subito da parte di Zret non vuole essere un argomento ad hominem né una lamentela. Ho citato i FATTI (con link) per rispondere a Luka del PERCHE' ci tenga tanto a rispondere alle boiate dei due fratelli.

In altre parole, esistono motivazioni diverse per spingere qualcuno a smentire le teorie sulle scie chimiche, non è che l'unica possibile sia il fatto di essere pagati da chissàchi.

Straker ha detto...

Certo è che è facile fare le vittime. Poi, però, questi santi immacolati sono autori di post infami e diffamatori, oltre che commenti altrettanto infami che, senza meno, incoraggiano un sano senso di disgusto nei loro confronti. Fate pure. State sortendo l'effetto opposto.

Seguono alcuni esempi di "scientificità" condita di malaffare. Semplice comprendere che dietro tutto questo lavoro c'è ben altro che qualche appassionato:

http://attivissimo.blogspot.com/
http://i-deliri-di-hanmar.blogspot.com/
http://banferenemy.blogspot.com/
http://c-format.blogspot.com/
http://www.blogger.com/profile/16506164809906315266
http://giornidiordinariafollia.blogspot.com/
http://complottismo.blogspot.com/search/label/Straker
http://www.riosaeba78.altervista.org/index.php?s=45fa2d325f0d350a3363b65f63f22232&showforum=31
http://www.acarsterminator.altervista.org/
http://www.scie-comiche.blogspot.com/

Giovanni ha detto...

@Straker

Beh, a parte l'antibufala, che esiste da sempre, credo che buona parte dei blog che hai citato siano venuti in esistenza a causa della censura stringente che applichi sul tuo blog.

Buona parte delle persone dei blog che hai citato, sono diventate "debunker" come ami chiamarle tu, perchè sono state in primis da te insultate.

Non condivido gli insulti, e preferirei un dialogo, un confronto, un contraddittorio, ma posso capire che se tu ti ritiri in un bunker digitale a tirare insulti, ci siano altre persone che creano il loro personale bunker per fare altrettanto.

Inoltre, tutte le persone che vorrebbero dare delle risposte non allineate, correggere degli errori, sono per forza costrette a farlo in altri blog, per cui le possibilità sono principalmente 2:

1) approfittare della pazienza di qualcun'altro, su un blog non censurato, come su sciechimiche italia o qui.
2) creare un proprio blog senza censura.

Giovanni

Straker ha detto...

Secondo te, Giovanni, io dovrei lasciare l'area commetni libera e ritrovarmi pubblicate le porcherie di riosebo ed altri? Te lo scordi!

Un esempio del vostro stile (i messaggi li archivio, non si sa mai...):

Complimeti

sei riuscito a creare dal nulla questo bel complotto.

Signor Rosario Marcianò, basta poco per capire che lei è uno speculatore del complotto... non dico che specula economicamente.. credo più per sentirti utile nella sua vita...

Beato lei che si campa di queste pochezze

Non metta paura tra la gente inutilmente, se lo Stato dovesse intervenire lei sarà il primo a pagarne le conseguenze (le leggi italiane sono chiare in merito), visto che è il più attivo nel settore.

Ci siamo capiti?


Oppure questa, che l'autore ricorderà bene:

Voglio solo rispondere ad un pezzettino di lettera del Rosariello:

"Mal che vada, se noi avessimo torto, sarebbe un vantaggio per tutti... per l'umanità intera. Noi riprenderemmo finalmente a dedicare il nostro tempo al lavoro (che trascuriamo per questa causa) e... "tutti vissero felici e contenti".

No caro Rosariello. Le scie chimiche sono solo un'invenzione. Voi blatteratori della vostra setta che volete far sfoggio di linguaggio aulico, son certo non la passerete liscia, con le vostre affermazioni, le vostre accuse totalmente infondate, le diffamazioni gratuite nel WEB, le baggianate sparate, dovete ancora fare i conti con la giustizia.

Troppo comodo aver marciato sopra ad una serie di panzanate nel WEB, e poi dire "beh, allora possiamo tornare al nostro lavoro, e siam tutti felici e contenti".
Soprattutto tu ed il tuo fratellino, caro Rosariello.

Dato che vorreste fare sfoggio di ambientalismo sfrenato, dovreste tornare nella vostra città di origine a fare ricerche e lavori utili con lo strumento "scientifico" che più vi si addice, il badile per sgomberare i rifiuti.

Grazie.

Saluti

Luka78 ha detto...

@ Straker:
Che belle letterine che ti inviano. Sono un misto tra presa in giro e minaccia. Complimenti vivissimi.
A parte, poi, che tu, Straker, le scie chimiche non te le sei inventate, ma ti ci sei messo a ragionare su e hai aperto il blog.
Va bè, le solite cose...non mi va di ripeterle all'infinito.

markogts ha detto...

Straker, ti diffamo se dico che hai tradotto in maniera sbagliata e tendenziosa il servizio della RTL?

Ti diffamo se dico che hai detto il falso a proposito della foto del tanker?

Limitiamoci all'ultimo caso: hai preso una foto assolutamente normale, che chi vive nel mondo aeronautico conosce bene, e l'hai spacciata per "interno di un tanker chimico". Perché? Errore o malafede? Domanda semplice, sei pregato di rispondere.

Semplice comprendere che dietro tutto questo lavoro c'è ben altro che qualche appassionato

Prove? QUESTA sì che è una diffamazione. Io dichiaro qui, ora, pubblicamente, che NON HO MAI PRESO UN CENTESIMO DI EURO DA CHICCHESSIA PER LA MIA ATTIVITA' DI CONTRASTO DELLA PANZANA DELLE "SCIE CHIMICHE". E ti sfido a provare il contrario. Fuori le prove, o taci. Prove, non congetture o illazioni.

E aspetto sempre che tu salga sul Monte Bignone per mostrarmi qualche ripresa dall'ALTO, da SOPRA, di questi "bassissimi" "tanker".

markogts ha detto...

Sai, Rosario, dire che "non la passerete liscia" non è una minaccia, è una previsione. Non condivido il tono minaccioso della missiva, ma tu, o qualche tuo accolito, a furia di inventarvi affermazioni, prima o dopo resterete invischiati in qualche querela. Nel tuo blog si trovano minacce (vedi Mike con "vogliamo le teste"), gente che inneggia all'abbattimento dei tanker, gente che spara m***a su onesti lavoratori, siano essi piloti, meteorologi ecc, inviti ad allertare le autorità (hai perfino il nr di telefono del NOE sul tuo sito: sai, ai carabinieri non piace essere presi per il culo, non saresti il primo che fa scherzi telefonici all'Arma e viene pizzicato). Prima o dopo qualcuno vi prenderà sul serio, e non sarà bello per voi. Ripeto, questa mia non è una minaccia, è solo come la vedo io da fuori. State tirando troppo la corda. No, non è una constatazione che state "dando fastidio al potere" né che "siamo disperati" o altro.

Luka78 ha detto...

Secondo te, Markogts, telefonare ai Carabinieri per delucidazioni in merito a ciò che si osserva e non sconfiffera, significa fare scherzi telefonici? E per questo, bisogna pagare? Pagare perchè ci si appella alle Istituzioni? Se è sì, allora dimmi a che cosa servirebbero.

"Prima o dopo qualcuno vi prenderà sul serio, e non sarà bello per voi. Ripeto, questa mia non è una minaccia, è solo come la vedo io da fuori. State tirando troppo la corda."

Questa frase si commenta da sola. Incomincia ad uscirne fuori, dato che nessuno ti ha convinto a seguire l'argomento "chemtrails".

mike ha detto...

@luka78
questi vermi che scrivono contro straker hanno lo stesso preciso metodo che riscontro in una marea di blogs, forums e quant'altro.
Argomento da disinformatori. IL NULLA.
Sono fatti con lo stampino e ad un padre di famiglia, incazzato quanto basta nel vedere in che mondo stanno vivendo i propri figli.
La decisione se pubblicare le elucubrazoni di 4 bastardi tocca a te ovviamente, anch'io sono ospite qui. Per me non fa differenza leggere o non leggere i commenti di questi farneticanti.
Personalmente ho deciso di non pubblicare i commenti di questi qua nel mio album o su youtube.
Li blocco e basta. Cani rognosi? per essere gentili. Mi fanno schifo.

Luka78 ha detto...

Ciao, Mike.
Come scritto poc'anzi da Straker, aspetto un pò. Certo, l'obiettivo di alcuni è anche quello di far si che noi non consentiamo i loro commenti, così faranno la parte delle vittime.
Ma anche aizzare gli animi, e in un clima del genere, qualche frase detta male, li potrà offendere e fare, doppiamente, la parte lesa.
Spero sempre nell'onestà di qualcuno. Anche se le speranze vanno a diminuire.
Luka78

Hanmar ha detto...

Ciao Luka.
Come vedi intervengo eccezionalmente.

Vermi?
Bastardi?
Cani rognosi?

Nulla da dire?

Saluti
Hanmar

markogts ha detto...

Luka, mi spieghi cosa significa "questa frase si commenta da sola"? Ripeto: non è una minaccia, è come la vede uno da fuori che non crede alle scie chimiche. Tenendo conto che manca ancora una prova seria sull'argomento...

Mike: non è "il nulla", come dici tu. Certo, se censuri le risposte, quello che vedi è "il nulla".

Cominciamo dalle basi: è vero o non Vuoi che stiamo sul concreto? Bene: è vero o non è vero che una contrail si può formare solo a -40°C, 70% di umidità e 8000 metri di quota?

E' vero o non è vero che la foto del "interno di un tanker chimico" è una normalissima foto di prove di centro di gravità e dunque chi l'ha spacciata diversamente o ha mentito o ha sbagliato?

Simone ha detto...

Ci si chiede perchè se le scie chimiche non esistono il Cicap e altri se ne occupino. Qui la risposta:
http://simoneangioni.blogspot.com/2008/09/perch-indagare-sulle-scie-chimiche.html

Arturo chiede di confutare le confutazioni...questo sarebbe inutile, tutte le affermazioni fatte da Straker nelle confutazioni sono già state confutate nelle FAQ o non sono nemmeno confutazioni (come quando sostiene che gli aerei inquinino confutando una faq che dice esattamente la stessa cosa).
Chi vuole interessarsi alla teoria delle chemtrail può trovare in quelle faq un utile risposta a molte domande. Se vorrà leggere le "confutazioni" di Straker faccia pure, credo sia giustissimo leggere più fonti per farsi un'idea completa e personale del fenomeno.

markogts ha detto...

Incomincia ad uscirne fuori, dato che nessuno ti ha convinto a seguire l'argomento "chemtrails".

Ma come, Luka, ti ho scritto le mie motivazioni solo ieri, e oggi già te le sei dimenticate? Come nessuno? Straker e Zret mi hanno convinto, con i loro metodi antidemcratici ed antiscientifici. Pensavo fosse chiaro questo punto.

Luka78 ha detto...

@ hanmar:
Intervieni anche per altri argomenti, ma sempre con rispetto. Grazie.

"Vermi?
Bastardi?
Cani rognosi?

Nulla da dire?
"

Hai visto, fai la parte dell'offeso. Prima si insulta e poi si "piange". Certo, non esagerare coi termini, ma, "grazie" a voi, qualcuno scivola e voi ve ne approfittate. E' quello che ho scritto nel mio ultimo post.

@ Markogts:
"Luka, mi spieghi cosa significa "questa frase si commenta da sola"?"

Che ciò che hai scritto si commenta da solo. Punto. "Tirare la corda", "Prima o dopo qualcuno vi prenderà sul serio, e non sarà bello per voi". Che vorresti dire? Che semplici cittadini non possono discutere di ciò che gli va? Ma ti rendi conto di quello che scrivi, oppure no?

Ciao, Simone.

Luka78

Giovanni ha detto...

@Straker

sei liberissimo di eliminare i commenti offensivi: non ti ho mai detto nulla su questo.

ma, per esempio, nel mio commento in cui ti facevo notare che in tutto il testo da te presentato non si parlava mai di nanotubi di carbonio o di fullerene, cosa c'era di così offensivo da censurarlo?

@luka78
Io sono un semplice cittadino, e penso di aver anche io il diritto di discutere di quello che mi va senza essere minacciato di linciaggio.

Giovanni

BigRedCat ha detto...

Mi permetti di ringraziare Mike?
Vedo che sei un gentiluomo, dotato di grande e squisita sensibilità. Al nostro NULLA vedo che tu opponi diversi argomenti scientifici inconfutabili. Non posso che prenderne atto e ritirarmi, rosso di vergogna.
Il comandante, in fondo, non dice nulla di nuovo. Pensare che un blog scassato come il mio possa essere gestito dal "grande vecchio" mi fa solo scompisciare dalle risate....
Forse è solo invidioso che hanno nominato un altro Gran Visr...

Hanmar ha detto...

Ok. Hai ragione.
Io ho scritto questo sul mio blog:

venerdì 22 agosto 2008
Questa e' per rosario
-
SEI UNO SCIACALLO

Una persona per la quale la parola DIGNITA' non ha e non ha mai avuto significato!

Come cazzo ti permetti di mettere sullo stesso piano i morti del disastro aereo di Madrid con le tue cagate?

Ma vai a farti fottere, idiota.

Scusate lo sfogo.


Il giorno dopo l'incidente di Madrid, quando il comandante si e' permesso di sciacallare qui sui morti di Madrid.
Morti veri, uomini, donne, bambini, alcuni bruciati vivi.

Hai ragione.
Mi merito di essere chiamato "verme". Ho offeso gli sciacalli.

Saluti
Hanmar

markogts ha detto...

Che vorresti dire? Che semplici cittadini non possono discutere di ciò che gli va? Ma ti rendi conto di quello che scrivi, oppure no?

Ci sono dei precisi limiti alla libertà di espressione: esistono infatti i reati di calunnia, diffamazione, procurato allarme, istigazione a delinquere ecc. E, secondo me, vi state avvicinando pericolosamente a questi limiti. E' ovviamente solo una mia opinione, non sono esperto di legge e lungi da me qualsiasi volontà censoria.

Aspetto con ansia opinioni sulla foto dell"interno del tanker chimico".

Luka78 ha detto...

@ Markogts:
"Ci sono dei precisi limiti alla libertà di espressione: esistono infatti i reati di calunnia, diffamazione, procurato allarme, istigazione a delinquere ecc. E, secondo me, vi state avvicinando pericolosamente a questi limiti."

Guarda, Markogts, non so si sei effettivamente sicuro di ciò che hai scritto.
"Calunnia" è incavolarsi con chi prende in giro? E quindi diventa anche "diffamazione" una volta che ci si lascia andare a continue prese per i fondelli?
"Procurato allarme" è telefonare a chi di dovere per chiedere informazioni?
"Procurato allarme" è confrontarsi su blog/forum?
"Instigazione a delinquere"....questa non l'ho capita.

Ripeto, Markogts: sei sicuro? Se non ti garba l'argomento, sappi che nessuno ti ci ha costretto. L'ho scritto tante volte, in vari posti. Chi stà facendo casino, siete voi.

@ Tutti voi che state con i piedi per terra:
Continuate a ridurre la questione per via dei vostri rapporti con i fratelli Marcianò, Straker in principal modo. Piantatela.

E ditemi ( l'ho anche scritto nell'articolo ) perchè, 3 anni e mezzo fa, il sottoscritto vide dieci aerei in gruppi da cinque, volare insieme. Datemi una spiegazione.

BigRedCat ha detto...

Puoi aver visto, in una giornata dove c'erano le condizioni, una aerovia molto trafficata. Capita.
Puoi aver visto una formazione militare in trasferimento. Capita. L'Italia è piena di basi militare tra cui alcune molto operative.
Dove sta il problema?

ps. Arturo..hai visto questo video?
http://it.youtube.com/watch?v=8Gh71Ah0CDQ

Sai a quando risale quel film?

Luka78 ha detto...

@ BigRedCat:
"Puoi aver visto, in una giornata dove c'erano le condizioni, una aerovia molto trafficata. Capita."

A, sì? In gruppi da cinque, perfettamente paralleli tra di loro. Come no!

"Puoi aver visto una formazione militare in trasferimento. Capita. L'Italia è piena di basi militare tra cui alcune molto operative."

Gli aerei non erano i soliti aerei militari con le eliche...insomma, quelli che si vedono in tv nei cosiddetti "teatri di guerra". Non mi convinci.

"Dove sta il problema?"

Niente, era giusto uno spettacolo al quale non ero abituato. Niente di che. E pazienza se volavano sopra la città.

markogts ha detto...

Incavolarsi è una cosa, dire "Tizio fa queste cose perché è pagato dalla CIA" (e non avere uno straccio di prova) è un'altra cosa.

Istigazione a delinquere: dire "spero che qualcuno cominci a tirar giù quei maledetti tanker" come lo interpreti? Guarda che per scritti simili è in carcere Adriano Sofri: non c'erano tanker, ma "sbirri", nel suo caso. Il giorno che uno più svitato del solito dovesse prendervi alla lettera, che fate? Dite che eravate arrabbiati con Paolo Attivissimo?

Procurato allarme: i limiti sono ben chiariti nella legge. Sta a voi stare attenti a non superarli. Come già ho scritto nel forum di Felice Capretta, non devi convincere me, ma il giudice.

Continuo ad attendere opinioni sulle foto dell'"interno di un tanker chimico".

Quanto ai dieci aerei che tu vedesti anni fa, ti renderai benissimo conto che nessuno può dire nulla di serio senza un filmato, un'indicazione del luogo, delle condizioni ambientali, dell'ora, ecc. ecc. Però, come già scrissi ad Arturo sull'altro blog non censurato, sono sempre pronto ad incontrare sciachimisti nel nord-est per andare a fare un po' di stime di quote col metodo fotografico. Possiamo anche andare sulle Alpi Carniche e Giulie alla ricerca di velivoli che rilascino scie SOTTO di noi. Quando volete, io sono pronto.

BigRedCat ha detto...

"Gli aerei non erano i soliti aerei militari con le eliche...insomma, quelli che si vedono in tv nei cosiddetti "teatri di guerra". Non mi convinci."

Gli aerei ad elica militari, generalmente, sono quelli da trasporto pesante (merci o truppe)o da addestramento. Potevano essere caccia o B52...
Non voglio certo convincerti. Non so cosa tu abbia visto, presumo tu non abbia foto e non vedo cosa ci sia di così strano nel vedere aerei in formazione. Magari curioso ma non strano.

markogts ha detto...

Il C17 è un aereo da trasporto pesante e non ha eliche. Poi, sarebbe interessante sapere come era fatta questa formazione, quanto era stretta, se gli aerei volavano perfettamente paralleli... Ma comunque, ammesso e non concesso che fosse stato qualcosa di "strano": si è ripetuto? Vedi OGNI giorno una cosa simile? Se si, sarei curioso di venire a vedere con i miei occhi. Se no, vuol dire che questo tuo avvistamento non c'entra una virgola con le "scie chimiche", visto che queste, a detta degli "esperti",vengono sparse un giorno si e l'altro no.

Aspetto ancora opinioni in merito all'"interno del tanker chimico".

mike ha detto...

Che fantasia questi dotti scienziati, sempre le stesse domande, ripetute all'infinito. Sempre le stesse persone, indottrinate alla perfezione. Quando qualcuno ripete in modo psichedelico le stesse cose, o ha un cervello settato solo in un punto, di sua sponte oppure è ammaestrato a farlo.
Tipico metodo militare utilizzato anche negli interrogatori dei sospettati nelle caserme delle forze dell'ordine. La matrice è quella, precisa, riconoscibile, una firma.
Di una cosa sono soddisfatto. Se questo blog pullula di zeri assoluti come hanmar, questo bigredcat, gg ecc ecc...significa soltanto una cosa: dà fastidio perché dice la verità.
Luka78, hai un gran coraggio a pubblicare i deliri di questa gentaglia ignorante che ripete a memoria il manuale che il loro padrone gli ha fornito. Mai un'idea diversa, una confuitazione seria. Solo ripetuti deliri, allo stesso modo dei malati di mente. Con la differenza sostanziale che i pazzi non lo fanno di proposito. A me fanno vomitare.

Dario ha detto...

Buona sera a tutti.
E' il primo commento che posto su questo blog ed anche il primo sulle scie chimiche. Leggendo gli ultimi commenti credo di essere capitato in mezzo ad una specie di litigata, di lunga data per giunta. Speriamo bene...

@luka78
Ho letto il tuo post e l'ho trovato interessante: da poco tempo (un paio di settimane) sto cercando di farmi un'idea sull'argomento scie chimiche e concordo pienamente quando scrivi: "E su internet, ormai, tra siti, blog e forum in cui si discute di tale argomento, districarsi stà diventando un’impresa."
Mi permetto di scriverti perche' vorrei approfittare della tua gentilezza e della conoscenza di tutte le persone che stanno commentando in questo thread per porre una domanda.

C'e' un passaggio in tutta la faccenda delle scie chimiche che non ho capito e su cui non ho trovato chiarimenti neanche negli altri siti pro o contro (tipo TankerEnemy o Attivissimo).

Il punto e' di logica: probabilmente mi sta sfuggendo qualcosa. Dal momento che sono un ignorante in materia, probabilmente la mia domanda e' proprio da sempliciotto, ma visto che il tuo e' un post introduttivo, provo a farla lo stesso.

Il mio ragionamento e' questo:

1) Gli aerei possono emettere delle scie. Fin qui siamo tutti d'accordo: sia i sostenitori che i detrattori. Del resto, basta alzare il naso al cielo...

2) Almeno una parte delle scie sono "artificiali" (chimiche o comunque le si vuole chiamare). Non prendo posizione su questo punto, perche' non e' importante per il senso della mia domanda. Per il momento, prendo l'affermazione al valore nominale e la do per vera.

3) C'e' un "complotto" (ok, brutto termine: lasciamelo usare solo per brevita') in atto da parte di un certo numero di soggetti che stanno deliberatamente provocando il fenomeno delle scie chimiche.
Gia' qui ho una difficolta'. Come si passa dal punto 2) al punto 3)? Questo non l'ho capito da nessuno dei documenti che ho letto sin ora.

4) Il "complotto" ha una serie di scopi che spaziano dal controllo del clima a quello della popolazione, alla guerra elettronica, ecc.
Qui sono proprio in alto mare. L'informazione sugli scopi del complotto di sicuro non e' presente nelle analisi chimiche delle scie, quindi come si passa dal 2) al 4)?

Chiarisco meglio il punto 3: se trovo schifezze assortite, anche nocive, negli scarichi degli aerei che mi passano sopra la testa, come faccio a dire anche che sono state messe li apposta per danneggiarmi in qualche modo? Per paragone: se trovo il benzene nelle vicinanze di una pompa di benzina, come faccio a dire che ce l'hanno messo apposta per fare venire il cancro a chi fa il pieno?
Il fatto che il benzene ci sia e che sia nocivo non implicano necessariamente e unicamente che sia stato messo li per nuocere, e per nuocere proprio a me. Potrebbe essere li' perche' e' comodo come antidetonante; se e' anche cancerogeno, peggio per l'automobilista! Questo sarebbe negligenza criminale, ma non un "complotto".

Per quanto riguarda il punto 4), come hanno fatto le persone che hanno elaborato l'ipotesi-complotto a capire quali ne sarebbero gli scopi? Per forza deve trattarsi di informazioni esterne al puro e semplice fenomeno delle scie: perche', come dicevo prima, le analisi chimiche da sole non parlano di scopi.
C'e' qualche documento, qualche fuga di notizie, qualche "pentito" o simile?
Nel tuo post, luka78, citi "Wheather in the Year 2025", ma li' si parla A) solo del clima (quindi avremmo indizi su di un unico scopo: niente su controllo mentale, controllo della popolazione, ecc.) e b) solo su scala tattica, non strategica, e in tempo di guerra (mentre mi sembra che il fenomeno delle scie chimiche debba essere per lo meno continentale ed in tempo di pace).

Ok, basta con questo lunghissimo post. Per finire, visto che mi sembra che l'aria sia piuttosto tesa: prima di questo ho postato due o tre commenti sul blog di Paolo Attivissimo, su argomenti che non c'entravano nulla con le scie. Lo dico perche' non vorrei passare per "allineato" o generare equivoci.

Grazie mille e ancora buona serata.

markogts ha detto...

Che fantasia questi dotti scienziati, sempre le stesse domande, ripetute all'infinito.

Mike, sei stato tu ad accusarci di non presentare NULLA, che scriviamo contro Straker ecc. In risposta, per seguirti sul tuo terreno, ti (vi) ho fatto delle domande specifiche, alle quali attendo ancora risposta. Così, pour parler. Devo ripeterle ancora o te le cerchi da solo su questa pagina (visto che mi si accusa perfino di essere addestrato in tecniche da interrogatorio, ovviamente sempre senza prove)? Fino ad ora mi pare che nessuno di voi sciachimisti abbia il coraggio di sbilanciarsi su affermazioni PRECISE.

@ dario: Guarda che secondo me, il salto logico avviene già al passo 2. Visto che siamo tutti d'accordo che ESISTONO contrail PERSISTENTI, io attendo ancora che qualcuno mi DEFINISCA con precisione come distinguere una contrail persistente da una scia chimica. Affermazioni del tipo "una contrail normale sparisce entro dieci minuti è FALSA. Altrimenti non si capirebbe perché decine di ricercatori, da Appleman in poi, parlino di "persistent contrail" e come facciano ad essere delle scie da dieci minuti ad essere un problema per l'albedo terrestre.

Vorrei vedere un esempio di una scia persistente "normale" E di una chemtrail, e che qualcuno mi faccia notare le differenze. Prego non postare foto di nubi a mammelle, pareli, o altri fenomeni meteorologici particolari, sto parlando solo ed esclusivamente di scie, "normali" vs. "chimiche".

Giovanni ha detto...

@mike
scusa, ma se io so che due arance più due arance fanno quattro arance, e la domanda è sempre la stessa, perchè a un certo punto dovrei cambiare idea e dire qualcos'altro?

Perchè uno non dovrebbe ripetere sempre le stesse cose, se vengono presentati sempre gli stessi punti, se si commettono sempre gli stessi errori?
Se continui a fare errori di logica, continuerò a dirti che fai errori di logica. Se continui a fare errori di metodo, continuerò a dirti che fai errori di metodo. Dovrei a random cambiare opinione perchè altrimenti vuol dire che sono ammaestrato?

Che significato ha, dire, se ci sono tante persone che dicono che ti sbagli, allora vuol dire che non ti sbagli? E' come dire; io sono Napoleon, e questo è confermato dal fatto che tutti mi dicono che non lo sono.

Anche a chi proponeva la terra piatta (e ci sono stati anche articoli molto seri sui giornali-uno in cui i sostenitori offrivano un premio in denaro a chi avesse provato al di la di ogni dubbio che la terra fosse sferica), c'era un sacco di gente che si opponeva; ma la terra è rimasta (più o meno) sferica.

markogts ha detto...

Dai, fatemi un favore: ditemi fra queste foto quali sono contrail persistenti e quali sono "chimiche" e come fate a stabilirlo. Non valgono affermazioni generiche, tipo "si vede a occhio" "è strana" ecc. Dati precisi: colore, forma, consistenza, tipo di bordo, ecc.

1
2
3
4

Luka78 ha detto...

@ Dario:

Ciao, Dario e benvenuto nel mio blog.
"Il punto e' di logica: probabilmente mi sta sfuggendo qualcosa. Dal momento che sono un ignorante in materia, probabilmente la mia domanda e' proprio da sempliciotto..."

Chiunque è semplice difronte a cose...particolari. Chi scrive è un cittadino qualunque che, nonostante non abbia chissà che cultura in merito alla meteorologia, aerei, ecc.., si fa le sue domande. Nessuno glielo può impedire.
Ma è proprio un certo modo di proporsi di certa gente che fa sfuggire la situazione di mano. Già e un'argomento che nessuno vuole trattare, poi aggiungi 'ste persone. Non che non debba esserci dialogo, ma in argomenti poco discussi, se non li si segue con una certa mentalità, la "cosa" appare confusionaria e basta.

"1) Gli aerei possono emettere delle scie. Fin qui siamo tutti d'accordo: sia i sostenitori che i detrattori. Del resto, basta alzare il naso al cielo..."

Pur essendo ignorante in materia aeronautica, non possono non dirti che sì. Le scie di condensazione ci sono e ci sono sempre state da quando, CREDO, abbiano costruito aerei...che le creano. Cioè con motori che immaginiamo. Scusa per il discorso estremamente semplice.

"3) C'e' un "complotto" (ok, brutto termine: lasciamelo usare solo per brevita') in atto da parte di un certo numero di soggetti che stanno deliberatamente provocando il fenomeno delle scie chimiche.
Gia' qui ho una difficolta'. Come si passa dal punto 2) al punto 3)? Questo non l'ho capito da nessuno dei documenti che ho letto sin ora.
"

Come sia successo questo "complotto"? E che ne so, non ce lo vengono a dire a noi, non credi?
Uno ipotizza, ripeto; si fa le sue ipotesi sugli scopi.

"4) Il "complotto" ha una serie di scopi che spaziano dal controllo del clima a quello della popolazione, alla guerra elettronica, ecc.
Qui sono proprio in alto mare. L'informazione sugli scopi del complotto di sicuro non e' presente nelle analisi chimiche delle scie, quindi come si passa dal 2) al 4)?
"

Qui, invece, non ti capisco io. Ho letto l'esempio che fai, ma non riesco a farmi uscire nulla dalla "capoccia". Ma l'ideale è leggere quello che è stato scritto.

"Chiarisco meglio il punto 3: se trovo schifezze assortite, anche nocive, negli scarichi degli aerei che mi passano sopra la testa, come faccio a dire anche che sono state messe li apposta per danneggiarmi in qualche modo?"

Ecco, se trovi "schifezze" che non dovrebbero esserci, ti fai le tue domande sul perchè ci stanno. Ma l'ideale è leggere quello che è stato scritto.

"Nel tuo post, luka78, citi "Wheather in the Year 2025", ma li' si parla A) solo del clima (quindi avremmo indizi su di un unico scopo: niente su controllo mentale, controllo della popolazione, ecc.) e b) solo su scala tattica, non strategica, e in tempo di guerra (mentre mi sembra che il fenomeno delle scie chimiche debba essere per lo meno continentale ed in tempo di pace)."

Infatti, se leggi quello che ho scritto, gli scopi delle chemtrails potrebbero essere vari. Può essere anche che qualcuno si rivelerà infondato, ma intanto si buttano giù idee, domande.

"prima di questo ho postato due o tre commenti sul blog di Paolo Attivissimo, su argomenti che non c'entravano nulla con le scie. Lo dico perche' non vorrei passare per "allineato" o generare equivoci."

Libero di postare dove vuoi. Perchè questa precisazione?

Ciao.


@ Markogts e BigRedCat:
Gli aerei che vidi erano in due gruppi da cinque. E questi erano disposti, diciamola in parole povere, a "piramide". Non erano jet militari, li avrei riconosciuti. Andavano verso SUD. Era una normalissima giornata di inizio maggio. Non pioveva, n'è c'era foschia, nè vento. Sole e qualche nuovola qua e là.
Vabene la spiegazione?

markogts ha detto...

Vabene la spiegazione?

Scusami, ma no. A costo di essere accusato di "applicare tecniche da interrogatorio", ripeto la domanda: è successo UNA volta. Le chemtrails, stando a voi, ci sono ogni giorno o quasi. Qual è il nesso tra le due cose?

Ah per inciso:

se trovo schifezze assortite, anche nocive, negli scarichi degli aerei

Nessuno ha mai trovato schifezze negli scarichi. Gli sciachimisti si rifiutano di fare la prova principe, cioé andare su, prelevare dei campioni di scia e farli analizzare con un protocollo concordato; dicono che "non si fa". L'ho scritto già su questo post il 13 ottobre 2008 13.58

Fin'ora si è trattato di analisi di acqua piovana (dove hanno confuso micro con milligrammi), o tracce di sangue sul terreno. Secondo voi, se trovo sangue in un bosco, è più logico pensare che sia stato un animale ferito di passaggio o un tanker che sparge scie in cielo (scie notoriamente rosso sangue)?

Riccardo ha detto...

E non poteva essere, che so io, una pattuglia acrobatica in trasferimento?

Intanto qui c'è un inquinamentop pazzesco. E secondo me attribuirne la causa, come fa mike insieme a tanti altri, alle presunte scie chimiche, non serve ad altro che ad assolvere le reali, documentate fonti di inquinamento: fabbriche, traffico, riscaldamenti vari, anche aerei, certo, rendendo un oggettivo servizio a camorre, ecomafie, inquinatori vari, utenti scriteriati di motori inutilmente potenti, eccetera eccetera. Grazie a tutti voi: oggettivamente, contribiuite all'aumento dell'inquinamento del nostro pianeta.

Luka78 ha detto...

Riccardo, nessuna pattuglia acrobartica. Erano aerei grossi, non piccoli aeroplanini da acrobazia.
Comunque, non fa nulla.
Ciao.

Riccardo ha detto...

Va bene, allora era una formazione di aerei militari che si stavano spostando. E allora?

Luka78 ha detto...

"Va bene, allora era una formazione di aerei militari che si stavano spostando. E allora?"

Tutti insieme appassionatamente? Sopra ad una città?
Aò!

Riccardo ha detto...

Si dà il caso che i militari assai spesso si spostino insieme. Mai vista una colonna di automezzi? E poi cosa dovrebbero fare? Lo slalom fra le città? Non è mica vietato volarci sopra (quote minime a parte)!

Luka78 ha detto...

A me il dubbio rimane. Tu mettila come vuoi.

markogts ha detto...

Si, ma che c'entra con le scie chimiche?

Francamente, poi, non capisco che senso abbia il tuo nuovo post zeppo di video altrui. Non c'è già abbastanza carne sul fuoco qua? Ancora nessuno mi ha detto nulla riguardo:
-condizioni per la formazione delle contrail
-foto tarocca dell'interno del tanker chimico (che corrado sta nuovamente iterando sul suo blog)
-traduzione errata del servizio della RTL
-distinzione tra contrail persistenti e scie chimiche.

Attendo risposte. Se non le avrò, la considererò una prova della vostra coda di paglia.

Giovanni ha detto...

@luka78
dubbio giustificabilissimo. Sembrerebbe anomalo anche a me, da come lo descrivi. Ma non ero li a vederlo, non ho foto, non ho filmati e dunque le ipotesi che potrei fare, sarebbero, appunto, solo ipotesi con pochissimo fondamento.

Ma non è questo il punto; non è detto si possa spiegare ogni singolo evento, se questo è irripetibile.
Ma proprio l'irripetibilità dell'evento esclude la possibilità di formularci sopra una teoria.
Possiamo dunque escludere la singola anomalia, e concentrarci su i casi ripetuti/ripetibili?

comunque, vedo che perlomeno parti dal presupposto che sia un'ipotesi, e non un fatto assodato.

Giovanni

Hanmar ha detto...

Poteva essere una cosa di questo tipo, ovviamente fatte le debite differenze.

Poster in vendita

Alcune piccole considerazioni:
- i trasporti militari volano in formazione. Del resto i militari dovunque in formazione.
- i trasporti militari vengono trattati alla stregua dei voli civili, quindi seguono le medesime aerovie, molte delle quali passano sopra le citta'.

Saluti
Hanmar

Dario ha detto...

@luka78
Grazie mille per le risposte e per il tempo che perdi con me.
Temo che ci sia un piccolo equivoco sulle mie domande.

Cito la tua risposta:

Come sia successo questo "complotto"? E che ne so, non ce lo vengono a dire a noi, non credi?


Tu stai dando per assodato il complotto. Che va benissimo: hai delle informazioni che io non ho e non riesco a trovare. Mi aiuteresti?
Perche' l'eistenza delle scie chimiche, da sola, non implica necessariamente e per forza un complotto di qualche tipo. E' sacrosanto, come dici tu, porsi delle domande se trovi delle schifezze che non dovrebbero esserci. E' come arrivi alle risposte che non ho capito.
Non stavo chiedendo come hanno/avrebbero messo insieme il complotto (sono d'accordo con te: non lo potremmo comunque sapere), ma come i proponenti delle scie chimiche siano arrivati a dire che c'e' un complotto.

Per il punto 4, tu dici: "gli scopi delle chemtrails potrebbero essere vari. Può essere anche che qualcuno si rivelerà infondato, ma intanto si buttano giù idee, domande."
Ma mi sembrava dal materiale che ho letto sin qui che ci fosse qualcosa di piu' che idee e domande: mi sembrava che i proponenti delle scie chimiche avessero effettivamente della documentazione sugli scopi del "complotto" e che questi includessero: controllo climatico, controllo della popolazione, guerra elettronica, ecc. Forse qui ho capito male io ed ho confuso proposte di spiegazione e fatti accertati.

@markogts
Ciao e grazie per la risposta.
Nel mio commento avevo scritto: "per il momento prendo l'affermazione al valore nominale e la do per vera".
Sono d'accordo con te che se salta l'effettiva esistenza delle scie chimiche, passaggio da 1 a 2, salta tutto il castello di carte e stiamo a parlare di aria fritta.
Ma dal mio personalissimo punto di vista, questo e' poco interessante: e' un punto che si puo' chiarire, nel senso che esiste un esperimento probante per dire "si" o "no". E' inutile discutere di questo: basta fare l'analisi delle scie e siamo a cavallo.
Secondo me, e' molto piu' interessante capire il resto del ragionamento, ovvero come funziona il lavoro da "detective" che qualcuno deve pur avere fatto per passare dall'indizio "scie chimiche" al delitto "complotto" con tanto di moventi, sospetti, fiancheggiatori e quant'altro.

Scusa Luka78, permettimi un piccolo OT con Markogts.
Marko, come vedi siamo d'accordo che l'esperimento essenziale sia l'analisi diretta delle scie.
Tu scrivi: "Gli sciachimisti si rifiutano di fare la prova principe, cioé andare su, prelevare dei campioni di scia e farli analizzare con un protocollo concordato".
Sono molto incuriosito dal metodo che si potrebbe usare per questa analisi: hai qualche rimando a dove possa trovare piu' dettagli?

Io, per parte mia, penso che un prelievo direttamente in quota non sarebbe poi un'idea cosi' praticabile. Pensavo piu' ad un approccio tipo spettroscopia.
Con un telescopio decente ed un buono spettroscopio, si potrebbero effettuare analisi ragionevolmente precise delle scie direttamente da terra, semplificando la logistica e, forse, abbattendo i costi.
Ok, grazie ancora. Fine dell'OT e fine del post.
Torno al lavoro.

markogts ha detto...

@ Dario: Trovi le risposte alle domande di spettroscopia sul forum di Focus. Di base comunque non è praticabile, secondo un chimico debunker di nick Mastrociliegia, perché le righe di assorbimento delle molecole cadrebbero fuori dallo spettro del Sole.

Devi però sapere che secondo gli assertori del complotto, queste scie che noi vediamo in cielo sono molto più basse delle comuni scie di condensazione, addirittura sotto i cumuli, 1500-2000 metri al massimo "perché altrimenti non si vedrebbe l'aereo ad occhio nudo". E la pennina laser, e la tangente di Straker ecc. ecc. Dunque, a quelle quote, basta non dico un ultraleggero, ma un qualsiasi Cessna (Orboveggente ne ha uno, ma anche qualsiasi aeroclub), e campionare l'aria in una di queste scie con un'apposita sonda (scommetto che Simone sarebbe in grado di indicare qualcosa di adatto all'uopo).

Il fatto è che gli sciachimisti SANNO che le scie sono ben più alte di quanto da loro asserito (a proposito, aspetto ancora foto di scie DALL'ALTO, prese da qualche monte), e allora considerano questa prova chiave come il diavolo l'acqua santa. Quindi, siamo tutt'altro che a cavallo.

PS inutile che qualcuno venga fuori con l'idea che siano i debunkers a fare questo esperimento per DUE motivi:

1) l'onere della prova spetta a chi fa un'affermazione, presente il rasoio di Occam?

2) nel caso di risultati negativi, saremmo accusati di non aver prelevato la scia "giusta" e/o di aver truccato l'esperimento. La misura andrebbe fatta in maniera concordata. Personalmente potrei anche metterci qualche euro, se servisse a tacciare per sempre ogni dubbio, ma so già che non servirà.

Straker ha detto...

Segnalo un altro bel colpo da parte di Niko. Il suo filmato porta ancora una prova importante.

Guardatelo con attenzione.

Straker ha detto...

Markogts (Marco Lanteri). Dacci un taglio! Di avvocati ne conosco tanti. Intesi?

Straker ha detto...

Il progetto di far alzare un velivolo attrezzato per il prelievo di sostanze chimiche provenienti dalle chemtrails non era partito da noi, ma da un utente di sciechimiche.org, poi eclissatosi (come tanti altri) poiché la pressione attiva sugli attivisti non è da tutti sopportabile.

Detto questo, noi l'avevamo appoggiata, seppure con tante riserve sulla fattibilità, ma doveva rimanere iniziativa segreta, per poter avere una siapur piccola possibilità di successo. Cosa che non fu, infatti M. M. (un caso?), attraverso il suo sito web, ebbe l'improvvitudine di parlarne sul suo forum, scatenando le giustificate ire dell'utente di sciechimiche.org che di lui si era fidato e che stava organizzando il tutto. Da lì le defezioni non di un pilota, ma di due piloti e, a seguito, non casuale, gli interventi sempre reiterati dei soliti arcinoti disinformatori prezzolati che mettono sempre in campo la questione. Questione funzionale al sistema... ovvio.

Ne ho parlato spesso e mi sono anche stufato di rispondere a certe domande stupide "da debunker", poiché la questione analisi delle scie in quota è improponibile per molti aspetti già a suo tempo messi in evidenza con gli allora promotori dell'iniziativa. Non vado nei dettagli, ma... una su tutte: nessuno e ribadisco NESSUNO verrà mai autorizzato a percorrere le rotte e le quote dei tankers chimici durante le loro dissennate operazioni di aerosol. Aree off-limits per il sorvolo, a quelle quote, di qualsivoglia velivolo estraneo alle operazioni. Questo mi sembra palese, ovvio, lapallissiano ed è solo e sempre per questo motivo che i soliti noti ed i loro servi argomentano sempre sulla ritrita proposta di mettersi a cacciar farfalle chimiche in quota. Essi sanno bene che ciò non è possibile! Giocano sul sicuro i bastardi! Ammesso e non concesso che le autorizzazioni venissero fornite, per quella determinata area di sorvolo, quota, ora, mi sembra palese che nessuno di noi, comuni mortali, può disporre, 24 ore su 24, di un velivolo attrezzato (non con la retina per le farfalle, ma con attrezzature specifiche), con tanto di tecnico chimico, notaio, pilota, due cameramen etc etc. Ma vi rendete conto dell'assurdità di quanto affermate? Fatele voi le analisi in quota e dimostrateci che quelle scie sono solo fatte di profumo di rosa e vapore acqueo. Fatele fare al N.O.E., che ha la documentazione da mesi, ma fa finta di non vedere e non sentire. Fatele svolgere al Ministro Pecoraro Scanio, che a tutto pensa tranne che alla tutela dell'ambiente.

E' chiaro ciò che dico? E' abbastanza chiaro per le vostre menti annebbiate dai fumi della corruzione e/o da opportunismi di vario genere? Sono gli enti preposti a doversi prendere carico della questione, mentre invece si tirano indietro, nicchiano, ci sguinzagliano dietro cazzoni sottopagati nel VANO tentativo di fermarci! Questo è un paese dove, per semplici indizi, puoi essere incarcerato senza processo, per cui non state a menarmela con la solita frase: "Eh no! Siete voi che dovete portare le prove!". No, rispondo io, cari i miei venduti di regime, siete voi che dovete tacere e nascondervi, sin quando fate in tempo!

E ora, cari fratelli, andate in pace, inspirate profondamente, fate le brave cavie da laboratorio e godetevi questo meraviglioso cielo di alluminio, bario, torio radioattivo, silicio, selenio, zolfo etc etc. e mi raccomando: "Non rompete i marroni alle autorità preposte, che hanno ben altro a cui pensare".



Differenze tra una blatta ed un disinformatore venduto (da Wilkipedia, l'encicolpedia libera).

La blatta si nutre di mota, mentre il disinformatore venduto... vi affoga.



Prenotare un aereo è un gioco da ragazzi, ma...

... ci sono diversi ma e voi lo sapete. Per questo motivo battete sempre su questo punto. Tanto siete consapevoli che difficilmente verrà quel giorno, nel quale qualcuno si presenterà con analisi in quota e riprese video. Perché? Semplice. Espongo alcuni punti salienti.

Il giorno propizio (quello in cui, per motivi di disponibilità di tempo e scie chimiche persistenti in cielo, si decide di "alzarsi in volo") si deve prenotare un aereo adatto.

A – L’aeromobile più idoneo è del tipo “Pilatus PC6” solitamente impiegato per il trasporto in quota e il lancio di paracadutisti sportivi. Il PC6 può raggiungere le quote operative necessarie all’esperimento ed è omologato per volare col portellone aperto, non è troppo veloce ma permette di raggiungere quote molto alte in pochi minuti (circa 15 minuti per salire a 5000 metri).



- Velocità massima: 125 ktas (156 km/h)

- Velocità di stallo: 58 ktas (72 km/h)

- Altitudine operativa massima: oltre 8000 metri

- Massima velocità di salita: oltre 300 metri al minuto

- Oltre 4 ore di autonomia



B – Il team a bordo del Pilatus dovrà essere almeno di 4 persone (oltre a pilota ed eventuale co-pilota):

- Un chimico che sovrintenda alle attività di cattura del particolato;

- Un cineoperatore che riprenda tutte le attività a bordo e l’ambiente circostante nel quale opera l’aeromobile;

- Due persone che si alternino tra le seguenti attività:

- controllo dell’apparecchiatura che cattura il particolato

- monitoraggio dell’ambiente circostante per indicare al pilota quali chemtrails intercettare.



Piano operativo

A grandi linee, il piano prevede l’impiego dei seguenti elementi:



A - Un aeromobile adeguato (vedi sopra) per il volo in quota e l’intercettazione delle chemtrails;

B - Un team per l’attività operativa a bordo dell’aeromobile durante il volo di intercettazione delle scie chimiche;

C - Un’apparecchiatura per la cattura del particolato presente nelle chemtrails;

D - Un laboratorio specializzato (indipendente e/o governativo) per l’analisi chimica del particolato;

E - Videocamera per riprendere tutto l’esperimento.

Appare subito evidente che le difficoltà oggettive sono diverse. Alcune possono essere descritte brevemente:

a) Trovare subito il pilota.

b) Trovare subito l'aereo.

c) Trovare subito il team competente per le analisi in quota nonché le attrezzature sopra descritte per il prelievo.

d) Stilare il piano di volo e sperare che si venga autorizzati a volare in quell'area, a quella quota ed in quel lasso di tempo preciso (nella zona operativa dei tankers... mi viene da ridere).

e) Non ultimo... chi si trova ad un minimo di 70 km dall'aereoporto più vicino, dovrà recarsi velocemente sul luogo ed organizzare tutto prima che i tankers cambino zona di operatività.

Simone ha detto...

Per dimostrare l'esistenza delle scie chimiche le prove possibili sono diverse ne suggerisco alcune:
1- Siccome i voli dovrebbero essere a bassa quota si prende un aereo e si fa un volo un giorno qualsiasi intorno ai 2000m di quota e si fotografano le scie dall'alto
2- Siccome i voli dovrebbero essere a bassa quota ci si apposta su una montagna all'altitudine di 2000m e si fotografano le scie dall'alto
3- Siccome le scie sono a bassa quota e sono quotidiane (le scie di condensa sarebbero rarissime e le scie bianche sono all'ordine del giorno soprattutto in inverno) ci si accorda con un aeroclub, la strumentazione per campionare l'aria a 2000m di quota e l'intera operazione è meno costosa di un telemetro. un notaio non serve è sufficiente un protocollo concordato con un chimico e un laboratorio di analisi e se è per questo io sono disponibile a discutere entrambe le questioni. Sulla questione burocratica (eventuali piani di volo) sono in contatto con piloti e controllori di volo che possono darci assistenza. Questo è una delle prove migliori, ma anche una delle più complicate.
4- Siccome questi voli sarebbero clandestini è sufficiente che due sostenitori delle scie chimiche si offrano volontari per collaborare con un centro di controllo radar. Uno dei due si posiziona all'interno del centro di fronte al radar insieme ad un controllore, l'altro insieme a me osserva il cielo in un punto qualunque all'interno della copertura radar. Appena si identifica una scia chimica (cosa non difficile visto che le scie di condensa praticamente non esistono) con relativo velivolo a bassa quota si chiama il centro radar. Il controllore e la persona di fianco a lui verificano che si tratti veramente di un aereo militare, decollato da aeroporti militari, volante a bassa quota.
Per ognuna di queste prove si deve stilare un protocollo nel quale si chiarisce il significato del risultato ottenuto (definitiva conferma o smentita dell'esistenza delle scie). Qualcuno vuole accettare di eseguire queste prove?
Lasciamo stare le accuse di malafede o di essere pagati da enti occulti, io non accuso nessuno e gradirei non essere accusato.

Riccardo ha detto...

Caro Simone, le tue proposte sono ovviamente sensate, ma temo che non servano a molto, almeno per quanto riguarda gli sciachimisti già convinti. Ti sarai certamente accorto che, proprio nella previsione, conscia o inconscia che sia, del prossimo fallimento della tanto sbandierata "operazione telemetro", già da un po' di tempo la tipologia delle supposte scie chimiche è sottilmente cambiata, passando da quelle ben visibili a quelle invisibili.
Questo vuol dire che adesso, nella mente di chi ci crede, qualunque aereo voli basso è automaticamente un "aereo chmico", così come ogni elicottero è automaticamente invischiato in operazioni di controllo mentale.
Ora, siccome gli aerei hanno il pessimo vizio di dover decollare e atterrare, straker avrà buon gioco nel sostenere la sua "teoria". E questo, temo, mette fuori causa i punti 1 e 2.
Anche gli altri due metodi secondo me non funzionano: il 3 perché non potrebbe essere tenuto completamente nascosto, e permetterebbe l'adozione di contromisure (guarda caso, proprio ieri è comparso un post che parlava di questo), e il 4 perché i controllori sarebbero collusi, e quindi la storia che gli aerei non sarebbero identificabili verrebbe immediatamente sostituita da quella che i controllori li lascerebbero volare indisturbati. O, se il controllo dovesse limitarsi alla sola quota, cosa ci vorrebbe a taroccare i transponder?
In conclusione, quando qualcuno parte in tromba con frasi come "E' ormai appurato che gli aerei che colpirono le Torri Gemelle erano ologrammi..." oppure "qui però vorremo capire cosa spruzza nei cieli la nato" non c'è proprio nulla da fare: togliendo a queste persone le loro idee ne faremmo degli infelici, perché hanno bisogno delle loro paranoie per vivere.
E se la delusione che si prova quando ci si accorge di aver inseguito un'idea sbagliata è fortissima in una persona normale (a chi di noi ricercatori non è capitato almeno una volta?) figuriamoci cosa dev'essere in un paranoico.
Che dire, allora? che bisogna cercare di evitare che altri cadano nella trappola. E io credo che per questo, nonostante ciò che si dice, non sia affatto inopportuna una sana ridicolizzazione, condotta con criteri scientifici (il che non vuol dire barbosi) dell'assurdità delle loro affermazioni e della loro condotta faziosa e acritica.
Mal che vada, avremo spiegato a un po' di gente (ahimè, è sorprendente quante persone non ne sanno assolutamente nulla!) cosa siano la scienza (quella vera) e il metodo scientifico.

Luka78 ha detto...

@ Markogts:
"Francamente, poi, non capisco che senso abbia il tuo nuovo post zeppo di video altrui."

A te che te frega? Posto quello che me pare. Nun c'arrivi a capì a che scopo ce li ho messi? A cervellò, e annamo!

"Ancora nessuno mi ha detto nulla riguardo:
-condizioni per la formazione delle contrail
"

Le condizione le avete scritte e riscritte migliaia di volte voi, che te devo da dì? Citate anche il sito, tradotto in italiano, sulle condizioni che ci devono stare, non capisco perchè te le devo ripetere.

"-foto tarocca dell'interno del tanker chimico (che corrado sta nuovamente iterando sul suo blog)"

E' tarocca? E allora è tutto bono pè fà bbrodo.

"-traduzione errata del servizio della RTL"

Idem con patate.

"-distinzione tra contrail persistenti e scie chimiche."

Le persistenti a che altezza si formano?

"Attendo risposte. Se non le avrò, la considererò una prova della vostra coda di paglia."

Tanto considererai tutti quelli che la pensano diversamente, come possessori di code di paglia.

@ Hanmar:
"Poteva essere una cosa di questo tipo, ovviamente fatte le debite differenze."

Potrebbe, tutto può essere. Ma rimasi stupito da tutti quegli aerei.

@ Riccardo:
"Togliendo a queste persone le loro idee ne faremmo degli infelici, perché hanno bisogno delle loro paranoie per vivere.
E se la delusione che si prova quando ci si accorge di aver inseguito un'idea sbagliata è fortissima in una persona normale (a chi di noi ricercatori non è capitato almeno una volta?) figuriamoci cosa dev'essere in un paranoico.
"

Che saggia persona che sei. Per fortuna che ci sei tu. Grazie, grazie di esistere.

Un saluto.

Luka78 ha detto...

Grazie per l'intervento, Straker.
Hai scritto alcune considerazioni alle quali avevo pensato anch'io. Anche se a idee del genere ( fa svolazzare aerei alla ricerca di scie ), ci si arriva subito vista l'assurdità dell'idea.

A presto, Straker.

Riccardo ha detto...

Blogger Luka78 ha detto...

"-foto tarocca dell'interno del tanker chimico (che corrado sta nuovamente iterando sul suo blog)"

E' tarocca? E allora è tutto bono pè fà bbrodo.


Beh, in effetti, davanti alla saggezza di questa risposta, la mia [saggezza] non può fare altro che inchinarsi e sparire.

Poi si lamentano se li prendiamo in giro...

Luka78 ha detto...

@ Riccardo:
"Beh, in effetti, davanti alla saggezza di questa risposta, la mia [saggezza] non può fare altro che inchinarsi e sparire."

Hai capito, sì!

Giovanni ha detto...

@luka78

In realtà, non è così assurdo. Ma basterebbe anche meno. Come ha suggerito Simone, basterebbe già anche pagare un volo con un cessna e andare a sorvolare e filmare dall'alto una di quelle scie che sappiamo con sicurezza essere a meno di 2000m. Questo lo si può fare abbastanza tranquillamente.

Ma a me basterebbe anche meno, per iniziare.Mi basterebbe che qualcuno, nel momento in cui vede una scia sicuramente a meno di 2000m sulla sua verticale, prendesse la telecamera e con la macchina o con la bicicletta, si spostasse di 2000m perpendicolarmente alla scia, continuando a filmare, magari cercando di includere nel filmato anche l'orizzonte, ogni tanto, in modo da avere un riferimento.
Se proprio vogliamo essere un po' più precisi, potremmo addirittura fare una misurazione con il goniometro dell'angolo; ma mi basterebbe anche senza.
Cosa ci vorrà a fare una prova del genere?
20m e 3€ tra batteria e benzina?

Giovanni

Luka78 ha detto...

@ Giovanni:
"Ma a me basterebbe anche meno, per iniziare.Mi basterebbe che qualcuno, nel momento in cui vede una scia sicuramente a meno di 2000m sulla sua verticale, prendesse la telecamera e con la macchina o con la bicicletta, si spostasse di 2000m perpendicolarmente alla scia, continuando a filmare, magari cercando di includere nel filmato anche l'orizzonte, ogni tanto, in modo da avere un riferimento.
Se proprio vogliamo essere un po' più precisi, potremmo addirittura fare una misurazione con il goniometro dell'angolo; ma mi basterebbe anche senza.
Cosa ci vorrà a fare una prova del genere?
20m e 3€ tra batteria e benzina?

Giovanni
"

Vedrò di farlo quando potrò. Annetti fa, andando a lavorare ( intorno alle 7 del mattino ) a mano a mano che camminavo per recarmi a lavoro, in poche parole, è come se avessi fatto ciò che hai scritto. Se è fattibile...

markogts ha detto...

"Ancora nessuno mi ha detto nulla riguardo:
-condizioni per la formazione delle contrail"

Le condizione le avete scritte e riscritte migliaia di volte voi, che te devo da dì? Citate anche il sito, tradotto in italiano, sulle condizioni che ci devono stare, non capisco perchè te le devo ripetere.


Bene, sono contento che concordi con "noi" almeno su questo punto. DUNQUE sai che "8000m, 70% di umidità e -40°C" sono una bufala. DUNQUE concordi con me che, se anche al suolo ci sono 30°C, in quota possono esserci le condizioni per la formazione delle contrail. Bene. Vedi che col dialogo si riesce sempre a trovare un punto di accordo?

"-foto tarocca dell'interno del tanker chimico (che corrado sta nuovamente iterando sul suo blog)"

E' tarocca? E allora è tutto bono pè fà bbrodo.


Cioé, concordi con me che è un'ottima arma per screditare chi le pubblica e chi ci crede? Non hai fatto tu stesso un post su presunte foto tarocche della Georgia? Sei d'accordo anche su questo punto: chi produce e usa foto tarocche, chiaramente ha qualcosa da nascondere.

"-distinzione tra contrail persistenti e scie chimiche."

Le persistenti a che altezza si formano?


E le chimiche? Aspetto ancora una foto di scie prese dall'alto da un monte che non sia l'Everest.

"Attendo risposte. Se non le avrò, la considererò una prova della vostra coda di paglia."

Tanto considererai tutti quelli che la pensano diversamente, come possessori di code di paglia.


No, qua ti sbagli. Se avessi UNA sola prova seria che mi mostrasse una scia chimica, scatterei come una iena. Ci tengo all'ambiente e alla salute. Ma questa prova non c'è. Inoltre, ricordati che ci sono anche lettori che non intervengono, ma si fanno un'idea leggendo il dibattito. Valuta tu che figura ci fai...

PS Straker: Markogts (Marco Lanteri)

ROTFL ROTFL ROTFL E chi è questo povero signor Lanteri? "Climatologo" pure lui?

Conosci avvocati? Bene, chiedi loro come si configura il dare della "blatta" a gente (x nome e cognome :-)))) su internet. Opinione personale: secondo me, copiaincollare a destra e a manca panegirici da decine di migliaia di caratteri non giova alla causa, ma magari mi sbaglio.

Dario ha detto...

@luka78,
ciao, scusa se disturbo ancora.
Mi interessava sapere qualcosa circa il mio ultimo post.
Visti gli ultimi scambi di battute con gli altri partecipanti, non avrai avuto molto tempo per rispondermi. Aspetto in coda con gli altri. Grazie mille.

@starker
buon giorno, sono contento di avere l'opportunita' di scambiare qualche opinione con te: per te sono un perfetto sconosciuto, ma io ho letto il tuo blog ed i tuoi interventi in molti posti, quindi per me sei una specie di celebrita'.
Circa il prelievo in quota, io credo che ci siano dei problemi logistici non indifferenti (tra l'altro il fatto che UNA singola analisi od un numero ridotto di prelievi non direbbero nulla: servirebbe un programma di monitoraggio ben organizzato ed esteso nel tempo e nello spazio, per raccogliere dati statisticamente significativi).
Quindi sono d'accordo con te che sia difficilmente praticabile, anche se per motivi piuttosto diversi dai tuoi.
Proprio per questa ragione proponevo a Markogts di utilizzare l'approccio spettroscopico: le analsi si potrebbero condurre da terra in tutta tranquillita'. Sto ancora cercando i riferimenti che mi aveva citato lui sulla non fattibilita' della cosa: quando mi saro' documentato a dovere, tornero' sull'argomento (probabilmente, per dire che avevo preso un granchio).

Questo pero' pone due problemi.

Primo: per come la presenti nel tuo ultimo intervento, la proposizione "scie chimiche" e' inverificabile.
Dando per automaticamente appurato che un complotto esista e che i complottisti possano fare qualunque cosa per mettere i bastoni tra le ruote a chicche' sia, non si trovera' mai NESSUN metodo per validare DIRETTAMENTE l'esistenza delle scie chimiche.
Pongo l'accento sul "direttamente", perche' tutte le argomentazioni che hai portato nei tuoi articoli e blog sino ad ora sono indirette (o indiziarie).
Con questo non voglio dire che le scie chimiche non siano una realta', ma solo che con il tuo approccio non ho nessun metodo per dire che non lo siano.

Secondo probelma: collegandomi a quello che avevo scritto a Luka78, nelle vostre argomentazioni a proposito del complotto, o avete delle conferme DIRETTE e INDIPENDENTI DALL'ARGOMENTO "SCIE CHIMICHE" che il complotto esista, oppure siete caduti in un ragionamento circolare.

Ovvero: ci sono le scie chimiche, quindi c'e' un complotto. Come faccio a dimostrare che le scie chimiche NON esistono? Non posso perche' c'e' un complotto che mi impedisce di fare le analisi.
Quindi, non trovero' mai nessuna prova che neghi le scie chimiche.
Ma allora le scie chimiche esistono!
Quindi c'e' un complotto...
E via di questo passo.

Grazie per l'attenzione mostratami fino a questo momento e buona giornata.

markogts ha detto...

Mi associo a Giovanni: sono sempre pronto a fare stime fotografiche e goniometriche dell'altezza delle scie, in Friuli e al limite in Veneto. PM quando volete.

markogts ha detto...

Scusa Dario, personalmente, a me basterebbe anche UN SOLO prelievo in quota che rilevasse valori anomali di bario nelle scie, non mi serve di più. Però deve essere fatto con un approccio scientifico, tecnicamente inapellabile: l'avvallo del CICAP sarebbe l'ideale.

Ti dirò di più: a me basta trovare un aereo che rilascia scie "apparentemente" di condensazione a 2000 metri, ovvero in condizioni asssolutamente lontane da quanto previsto da Appleman (che, ricordiamolo, ha un margine di errore, come mostrato in alcuni post di Santacroce), per convincermi che mi sto sbagliando. Io mi son divertito a fare verifiche per conto mio, con i modesti strumenti di cui dispongo, e non ho MAI visto aerei rilasciare scie a quote "basse" (in genere trovavo valori tra i 10 ed i 12 km dall'obiettivo, quando questi aerei volavano "molto vicino" allo zenit). E sono sempre disponibile a mostrare ad altri i procedimenti da me seguiti.

Luka78 ha detto...

Markogts, mi sai che non hai capito.
Si sa quali sono le condizioni per le contrails, se poi le cambiate di continuo...
Devo ritrovare quel sito che ti ho citato prima.

"Inoltre, ricordati che ci sono anche lettori che non intervengono, ma si fanno un'idea leggendo il dibattito. Valuta tu che figura ci fai..."

Non ci faccio nessuna figura. Stà a gli altri capire. Non dare nulla per scontato.

@ Dario:
"Tu stai dando per assodato il complotto. Che va benissimo: hai delle informazioni che io non ho e non riesco a trovare. Mi aiuteresti?"

Non dò per assodato nulla. Ma se c'è qualcosa di "losco", non ce lo vengono a dire. Mi sembra ovvio. Uno avanza delle ipotesi, scambia opinioni. E' qualcun'altro che crea casino. L'ho scritto varie volte.

"Non stavo chiedendo come hanno/avrebbero messo insieme il complotto (sono d'accordo con te: non lo potremmo comunque sapere), ma come i proponenti delle scie chimiche siano arrivati a dire che c'e' un complotto."

Così come una persona sa che l'Inter ha vinto il campionato. Uno lo viene a sapere, si informa, scambia idee con altre persone, e via così. Poi, se a qualcuno non sconfiffera come notizia, non la segue. Se gli sconfiffera, fa le sue osservazioni. Non c'è nulla dietro.

"Ma mi sembrava dal materiale che ho letto sin qui che ci fosse qualcosa di piu' che idee e domande: mi sembrava che i proponenti delle scie chimiche avessero effettivamente della documentazione sugli scopi del "complotto" e che questi"

Leggi quello che i "proponenti" hanno scritto, guarda i risultati della Staninger.

gg ha detto...

"Non ci interessano né il denaro né la gloria."

Postano su Lulù per cosa allora?

Io accuso Marcianò di dire che a lui non interessano i soldi ma poi vende 2 libri su argomenti discutibili su Lulù.
Ognuno poi è libero di fare quel che vuole ma io mi sentirei preso un pochino in giro e mi arrabbierei un pizzico.

Giovanni ha detto...

@luka78

se hai voglia di fare questa prova, ti ringrazio. Saranno più o meno sei mesi che chiedo che qualcuno la faccia.

@Dario
Il ragionamento circolare, che è stata una delle prime cose che ho notato e fatto notare al tempo, non è l'unica fallacia logica nel ragionamento, purtroppo. A parte il classico del confondere correlazione con causazione, giusto ieri Straker mi ha confermato che non c'è nessuna prova che possa convincerlo che quegli aerei non volano a 2000m, perchè sa già quale è la verità.
Non c'è bisogno che spieghi quali siano le implicazioni e le conseguenze di questo tipo di ragionamento.

Giovanni

markogts ha detto...

@ tonnoriomare:

perché mi leggi qua ma poni domande su un blog censurato al quale non posso partecipare?

Sarebbe interessante fare un incontro con questi ragazzi che hanno "l'attrezzatura" idonea, filmarli e dimostrare che la cosa non è fattibile (niko è bravo con i video).

Quando vuoi, io sono pronto. L'ho già detto. Io sono disposto a fare due cose: misure fotografico-trigonometriche della quota e fotografie dalle cime dei monti (eventualmente combinate), nel FVG o Veneto. Questo è ciò che gli strumenti di cui dispongo mi permettono di fare. Ripeto: quando vuoi.

Tonnoriomare ha detto...

E' Straker il capo.E' lui a decidere cosa fare.Io di certo non posso per motivi di lavoro.
Di certo sarebbe auspicabile anzi, indispensabile la presenza di Staker nonchè la sua collaborazione.
Se gli esperti (chi lavora davvero nel campo) dicono che la cosa è fattibile dovrebbe contattare Rosario ed organizzare un incontro, per lo meno preliminare, per spiegare passo per passo il da farsi.

BigRedCat ha detto...

L'Italia è innervata, da Est a Ovest e da Nord a Sud di alture, molte delle quali superano abbondantemente i 2000mt. Facilissimo fare una ripresa ad alzo zero o poco più.
L'Italia è piena di Aeroclub, appassionati di Volo a Vela, Paracadutismo, deltaplano, ecc.
Portatemi la testimonianza di qualcuno (che non sia vostro Cuggino e che ci metta la faccia) e che dica "Si, ho visto, intersecato,filmato, fotografato (se possibile) scie sotto i 3000 mt, purchè non durante manifestazioni di volo acrobatico, ovviamente.
http://www.alimages.it/report/report.html
Costui ha realizzato CENTINAIA E CENTINAIA di foto del nostro paese dall'alto con orizzonti molto estesi ed in periodi diversi, In nessun caso si vedono scie a quote anomale, anzi si vedono spesso e chiaramente ad altitudini molto elevate. Su centinaia di foto di cumuli nessuna scia interseca i cumuli. MAI.
E' proprio un pilota molto fortunato, o molto attento, vero?

markogts ha detto...

E' Straker il capo.E' lui a decidere cosa fare.

Lo sospettavo...

Dario ha detto...

@Luka78

Così come una persona sa che l'Inter ha vinto il campionato. Uno lo viene a sapere, si informa, scambia idee con altre persone, e via così.

No, direi che non va via cosi'.
La notizia dell'Inter che ha vinto il campionato di calcio e' pubblica (a proposito: non intendi un sale dell'acido campionico, vero? :P )
Un complotto e' per definizione segreto, se no che complotto e'?!
Se fosse cosi' evidente, non saremmo qui a parlarne.
Quindi la mia domanda sul ragionamento per passare da scie chimiche a compotto non e' poi cosi' peregrina.

Per quanto riguarda i lavori della Staninger (spero di averlo scritto bene), vale quello che ho scritto a Markogts per lo spettroscopio: mi documentero' con calma e poi ne riparliamo.

@straker
sarei curioso di leggere le tue risposte. Ovviamente, con comodo: sono solo l'ennesimo seccatore e me ne rendo conto.

Per ora grazie e buona notte.

Riccardo ha detto...

Luka78, tu o straccher mi dite per favore dove è ormeggiato il mio "yacht"? Sai com'è, non mi riesce di trovarlo...
Ah, poi, già che ci sei, dì al tuo comandante che se ho messo quel commento (e continuerò a farlo) è perché di informatica ne so un po' più di lui... forse capirà (ma temo di no).
Buon divertimento!

arturo ha detto...

signori però voi gentilmente dovete capire una cosa:

se voi siete degli ebeti e non vedete l'evidenza, noi non possiamo aspettare che le cose si mettano in maniera ancora più grave finchè non ve ne accorgete anche voi

insomma, voi tutti che scrivete scemenze non riconoscereste la m...a neanche se ne aveste la bocca piena

dare retta a voi è come fidarsi di un autista cieco; l'albero non lo sente finchè non ci si è schiantato

non so se ho reso l'idea


ps. riccardo sei uguale a ciccio di mediaset, quel ciccione toscano che commenta le candid camera

arturo ha detto...

BigRedCat sveglia però....

sembra di essere all'asilo

sono dei discorsi di un bambino

io ve l'ho detto, fate un contro faq cicap in pdf, sbufalando quello di tanker enemy
poi si può anche ragionare
intanto scrivete questo documento anti bufala

facile no?

fossi in te mi metterei subito al lavoro

Luka78 ha detto...

@ Riccardo:
"Ah, poi, già che ci sei, dì al tuo comandante che se ho messo quel commento (e continuerò a farlo) è perché di informatica ne so un po' più di lui... forse capirà (ma temo di no).
Buon divertimento!
"

Io non ho capito, che vorresti dire?
Scrivimelo, poi glielo riporto.

@ Arturo:
Grazie per la vicinanza!

Riccardo ha detto...

@arturo:
ps. riccardo sei uguale a ciccio di mediaset, quel ciccione toscano che commenta le candid camera

Grazie, arturo, grazie di cuore. Mi hai fatto riandare con la memoria ai felici, ma ahimè lontani, tempi delle elementari, quando i miei compagni mi dicevano che assomigliavo a Bramieri, cosa che del resto mi faceva piacere perché Bramieri era molto simpatico.

Adesso mi raccomando riposati: non vorrei mai che il tremendo sforzo intellettuale che hai fatto per partorire una considerazione così originale e intelligente dovesse nuocere alla tua salute.

@luka: non dubitavo che non avresti capito. Volevo dire che se posto commenti apparentemente insulsi sul suo blog è solo per una ragione tecnica che (forse, ma ne dubito) prima o poi capirà. Vedo anche che ammetti che Lui è il tuo comandante. Bene.

Luka78 ha detto...

@ Riccardo:
"Non dubitavo che non avresti capito. ..."

Purtroppo, caro mio, non ho l'intelligenza che possiedi tu. Madre natura non è stata clemente con me. Assistimi, curami.
Prendimi in cura da te!

"Vedo anche che ammetti che Lui è il tuo comandante. Bene."

Non possedendo intelligenza propria, debbo avere una guida. Sia spirituale che morale.

Luka78

Dario ha detto...

@tutti.
Quando avrete esaurito i battibecchi stile bambini dell'asilo, avreste voglia di ritornare a parlare seriamente e senza insultarci a vicenda?

@Luka78,
scusa, lo so che non e' il mio blog e non ho titolo per queste uscite, ma i maleducati mi danno fastidio.
Mi sono documentato un poco sulla Staninger.
Per favore, mi confermeresti che si tratta dell'autrice di QUESTO
articolo e che non ho preso un granchio?
Se stiamo parlando della stessa persona, allora ho alcune considerazioni da fare.
Se trovi tempo, per favore, risponderesti al mio ultimo commento (quello sull'Inter)?

@Straker,
restiamo con l'argomento del ragionamento circolare in sospeso. Sono ansioso di leggere una tua risposta.

@Arturo:
se voi siete degli ebeti e non vedete l'evidenza, noi non possiamo aspettare che le cose si mettano in maniera ancora più grave finchè non ve ne accorgete anche voi
Sorvolo sul tono, ma deduco dal tuo commento che anche tu, come Luka, hai delle informazioni che non ho o non vedo. Potrsti per cortesia postarmi qualche link o altro riferimento che sia una prova diretta e slegata dall'esistenza delle scie chimiche pura e semplice dell'esistenza di un complotto? Qualcosa tipo documento classificato, atto processuale o almeno indagine giornalistica con fonti verificabili che parli di controllo mentale(!) o di guerra elettronica o di controllo della popolazione (sterminio di massa sarebbe un termine piu' adeguato). O almeno qualcosa di un po' piu' solido dell'articolo postato da Luka78 sul controllo del tempo atmosferico?

Buona serata

Riccardo ha detto...

@ Dario: Chiedo scusa per i "battibecchi", ma quando uno vede il proprio nome esposto, in perfetto stile nazifascista, in blog e liste di proscrizione, è difficile che non si incaxxi. Tanto più se, a differenza di molti altri, non ha mai fatto nulla per nasconderlo, non avendo, appunto, nulla da nascondere.

Detto questo, confermo che quell'articolo è della "famosa" Staninger: famosa solo qui, però, visto che Google Scholar praticamente non la conosce (due citazioni, h-index 1). Anche lo stile è il suo. Per quanto riguarda le considerazioni sui contenuti, le lascio fare a te, visto che mi sembra di capire che le hai già preparate.

markogts ha detto...

Arturo, Tonnoriomare, quando ci troviamo per un po' di foto e stime della quota?

BigRedCat ha detto...

@Arturo.
Sorvoliamo sull'asilo, che è meglio.
Visto che hai dichiarato di avere conoscenti che volano su velivoli da turisno e che hanno visto le scie non ti resta che chiedergli il favore (minimo) di fare una fotina dall'alto delle stesse con altimetro visibile. Facilissimo, no?
Perchè perdere altro tempo?

Dario ha detto...

@Riccardo
Cribbio, come sono ignorante!
Non conoscevo Google Scholar.
Mi ci sono trovato!
Ma dai!

markogts ha detto...

Caro Luka, ho visto le tue foto.

Ora però dovresti spiegarmi cosa c'è di strano a vedere scie di condensazione se le condizioni meteo sono queste:

250.0 10670 -52.5 48%
223.0 11393 -57.7 46%
213.0 11684 -59.7 45%
207.0 11864 -61.0 45%
203.0 11988 -61.9 45%
200.0 12080 -61.7 39%

Confronta questi punti con il diagramma di Appleman: cadono tutti nella zona "always contrails". Che c'è che non torna? Per quale motivo dovrei pensare che siano chissaché robaccia chimica se l'ipotesi di scie di condensazione è perfettamente compatibile con le condizioni meteo?

Dario ha detto...

Ciao a tutti,
visto che, a quanto pare, la persona cui fa riferimento Luka78 e' la stessa
Hildegarda Staninger che ha scritto l'articolo che ho linkato, passo a fare
qualche commento.
Anzitutto ringrazio Riccardo, che non mi ha rovinato il divertimento anticipandomi.
Hai ragione: avevo gia' preparato questo post ieri notte, ma aspettavo conferme.



@Luka78,
il primo commento e' per te.
Ma perche' non linki anche gli articoli originali? Hai citato sette od otto articoli nella sezione dove parli della Staninger, ma fanno riferimento ad articoli in italiano sul blog di Straker. Sarebbe stato piu' semplice fare le ricerce...
Per fortuna c'era almeno il link al sito della Staninger (con solo una parte del materiale citato da Straker, pero').
In risposta ad un mio post, mi scrivevi:
Leggi quello che i "proponenti" hanno scritto, guarda i risultati della Staninger.
Solo che rispondevi cosi' alla mia richiesta di documentazione su eventuali scopi del
"complotto", in pratica al punto 4 del mio intervento originale.
I lavori della Staninger, se mai, sarebbero una documentazione del punto 2, ovvero
l'esistenza delle scie chimiche.
Come dall'esistenza (vera o presunta) delle scie si arrivi ad avere prove di un
"complotto" e (ancora meglio) a capirne gli obiettivi, dopo una cinquantina di interventi,
mi sembra che ancora non l'abbiamo definito.
Come diceva Giovanni piu' indietro, qui stiamo confondendo correlazione e cause,
cause ed effetti, ma soprattutto, sospetti e prove.

Secondo commento: per curiosita', tu hai provato a leggere l'articolo in questione,
od altri della stessa autrice?
Come mi suggerivi in una tua risposta, l'ideale è leggere quello che è stato scritto.

Non copriro' l'articolo per intero: mi fermero' ad alcune proposizioni che mi sembrano significative.

Nell'introduzione, la primissima frase dell'articolo e':
Far-Infrared Radiant Heat (FIR RH) has many known names, such as the bridge of Terra Hertz and many others. It is made up of no photons and only 1/2 electron spin
Bene. Come piu' o meno correttamente denotato poco oltre, "Any object that has a temperature (i.e. radiates heat) emits infrared energy or IR."
L'infrarosso e' una regione (una suddivisione convenzionale) dello spettro elettromagnetico.
Come i fisici sanno dal 1903 (l'articolo di Einstein sull'effetto fotoelettrico che gli valse il Nobel),
non esiste radiazione elettromagnetica che non sia composta di fotoni. Percui, o la Staninger
sa qualcosa che Einstein e chiunque dopo di lui ignorano, o "it is made up of no photons" e' una solenne frescaccia.

"And only 1/2 electron spin" e' invece un totale non-senso. Faccio anche fatica ad interpretare la frase: qual'e' il complemento oggetto?
Che l'infrarosso sia composto di "spin" (che e' una proprieta' delle particelle) e' insostenibile (sarebbe come dire che
una torre e' fatta di altezza e di rosso dei mattoni).
Quindi devo assumere che voglia dire che l'infrarosso sia composto di elettroni di spin 1/2.
Benone.
Anzittuto, trovatemi un elettrone che NON abbia spin (+o-) 1/2, se ne siete capaci.
Poi, mettiamoci d'accordo: stiamo parlando di radiazione infrarossa, o di un fascio di elettroni (AKA particelle beta)?

E sino a qui, siamo solo alla prima frase. Andiamo bene!

We naturally acquire it from the sun with all the other spectrum specific wavelengths of visible and invisible light. It is the grounding rod of the life force of a single cell
"The grounding rod", molto poetico. Ma da quel che so di biologia, mi sembra errato. Una cellula, per funzionare, deve trovarsi ad una certa temperatura, e' vero. Ma questo e' perche' sono le reazioni chimiche che avvengono nel suo interno che la fanno "viva".
Controprova: quando abbiamo fame, mangiamo. Non andiamo a stenderci al sole come tanti pannelli solari.
Anche le piante usano la luce (NON il calore) per produrre zuccheri, che poi processano allo stesso modo degli animali per avere energia.
Qui comunque sarebbe meglio che mi venisse in soccorso un biologo: nessuno all'ascolto?

The electromagnetic spectrum is composed of three segments of wavelength: near, mid and far- infrared.
Beh, no. Lo spettro elettromagnetico inizia con le onde radio a bassissima frequenza e copre tutte le possibili frequenze di emissione fino ai raggi X.
Forse, l'autrice intendeva che lo spettro INFRAROSSO e' convenzionalmente suddiviso in tre bande.

this process may be viewed as losing light within one's body as seen in chemical luminescence tests,
Ma direi proprio di no. Se voleva usare un'analogia, ha scelto proprio la piu' sbagliata possibile.
La chemoluminescenza e' data da due processi: transizioni elettroniche o transizioni tra stati molecolari.
Nel primo caso, si hanno degli elettroni che, all'interno di un atomo, saltano da un livello piu' energetico ad uno meno energetico, emettendo luce visibile.
Nel secondo, abbiamo molecole che si "riarrangiano" emettendo nell'infrarosso o nelle radioonde.
In entramni i casi, l'emissione avviene solo su poche e maledettamente ben determinate frequenze (righe di emissione, o al piu' strette bande).
Il processo che descrive la Staninger in tutto il resto dell'articolo, invece, e' l'emissione termica, o di corpo nero.
L'emissione avviene su un CONTINUO di frequenze: tutte quelle dello spettro elettromagnetico e tutte insieme.
Il picco di energia si ha ad una certa frequenza dipendente dalla temperatura, mentre per frequenze superiori a quella del picco l'energia si attenua molto molto rapidamente (ecco perche' un cerino acceso non emette raggi X in quantita' misurabile, mentre emette un sacco di calore).


The far-infrared segment of the electromagnetic spectrum occurs just below, or "infra" to red light as the next lowest energy band.
Qui l'errore e' addirittura banale.
Non lo vedete?
L'infrarosso vicino, e non quello lontano, costituisce la banda piu' prossima al visibile. E' per questo che l'hanno chiamato vicino!


The sun produces most of its energy in the infrared segment of the spectrum.
Ma nemmeno per sogno. Il sole brilla a circa 6000 gradi. La frequenza di picco a quella temperatura e' tra il giallo ed il bianco.
Per questo il sole e' giallo. Se il grosso della sua energia cadesse nell'infrarosso lontano, noi il sole lo vedremmo...
No: c'era il trucco. Non rosso. Nero, perche' noi l'infrarosso lontano non lo vediamo proprio.

At times, the infrared energy in our tissues may require a boost to a higher level to ensure the fullest healing possible for tissue repair. Body tissues that need an infrared boost selectively absorb infrared rays. The tissue will only use the infrared rays in the areas where it is needed. After boosting a tissue's infrared energy, the remaining rays pass on harmlessly. This phenomenon is called "resonant absorption."
Qui mi servirebbe l'assistenza di un medico: c'e' qualche medico tra chi ci legge?
Direi che qui si fa un'analogia con il processo febbrile, ma la si tira un po troppo oltre.
A me sembra una sciocchezzona per i seguenti motivi:
"After boosting a tissue's infrared energy, the remaining rays pass on harmlessly": ma dai?!
Cioe', se metto la mano davanti ad una stufa al quarzo, non mi scotto perche' il mio corpo lascia transitare l'energia che non serve?
"This phenomenon is called "resonant absorption."
No, propio no. L'assorbimento in risonanza avviene quando una sostanza assorbe selettivamente una singola frequenza della radiazione incidente, lasciando passare le altre indisturbate. Un gas di sodio, per esempio, assorbe selettivamente due ben precise frequenze nel giallo, molto vicine tra loro. Nello spettro di un fascio di luce che attraversa dei vapori di sodio, infatti, si osserva il tipico "doppietto" di assorbimento (due strisce nere).
Un qualsiasi organismo vivente e' troppo solido e composto di troppe molecole diverse mischiate per mostrare questo fenomeno.

Astronomers at the Space Telescope Science Institute, the COBE/DIRBE Science Team and NASA have determined that in the far-infrared range, the stars have all vanished.
Oh mamma! Ma questa e' una disgrazia di proporzioni cosmiche!
Per inciso, cosa cavolo vorrebbe dire?
Provo a indovinare: che a quelle lunghezze d'onda, gli oggetti piu' visibili del nostro cielo non sono piu' le stelle ma le nubi interstellari fredde.
Ok, questa gliela passo; ma si esprime propio male!

And maybe this far-infrared light of the cosmos is the simple speck of luminous dust that was used to create all living matter eons of years ago from the pulsation of divine love.
Per la seconda volta, molto poetico. Ma cosa c'entra in un articolo "scientifico"?

Ok, ancora due sole citazioni, poi chiudo con due considerazioni.

Our EPA air permits only regulate 6 pollutants, with the watchful eye on others on the horizon. None address the use of electronic, psychotronic and information weaponry; high altitude ultra low frequency weapons; plasma, electromagnetic, sonic and ultrasonic weapons, laser weapons, strategic, theater, tactical or extraterrestrial weapons, chemical biological, environmental climate or tectonic weapons.
Dunque, vediamo.
Perche' l'EPA non prende in considerazione una regolamentazione dei phaser del capitano Kirk, del martello delle tempeste di Thor, del medaglione dell'ESP di Amelia la fattucchiera, del corno da guerra di Boromir e della lancia delle saette di Zeus?
Ho lasciato fuori qualcosa dell'elenco della Staninger?

The Far-infrared travels the path of fresh water between the cells thus correcting the water molecules bond angle to a perfect hexagonal shape that then collects a total of 6 water molecules to form a collective microtubule of water.
Beh, questo poi e' il colmo.
Quello che la Staninger sta descrivendo e' la formazione del ghiaccio!
Come chiunque sa, non ottengo il ghiaccio scaldando l'acqua con gli infrarossi.
Se c'e' una cosa che gli infrarossi fanno a livello molecolare, e' aumentare il disordine: altro che configurazioni ordinate di esagoni perfetti!


Fine della tirata colossale.
A questo punto potreste porre voi a me una domanda.
"Ma questa e' una Ph.D. Ha studiato. Tu come cavolo fai ad obiettare praticamente a tutto quello che scrive?"
Beh, la risposta piu' stupida potrebbe essere che ho studiato anch'io. E saremmo al "la mia parola contro la tua".
Una risposta piu' intelligente riguarda il controllo delle fonti.

In particolare, chiunque abbia frequentato almeno la quarta superiore in un liceo od un istituto tecnico italiano, ha facilmente a portata di mano un paio di manuali (da "sQuola" superiore) di fisica e di biologia.
Sfogliateli e controllate le affermazioni che ho fatto.
Non vi suggerisco nessun titolo in particolare, uno qualsiasi va bene.
Per tutti gli altri, che hanno fatto altre scuole tipo ragioneria, geometra, lingue, economo-dietista, ecc.,
per fortuna ci sono le biblioteche pubbliche e Internet.
Wikipedia e' un buon punto di partenza.
Provate a digitare le chiavi di ricerca "sole", "infrarosso", "corpo nero", "ATP", "doppietto del sodio", "ghiaccio" (non tutte insieme!)

E qui ci va' la considerazione finale.
Non so in cosa abbia preso il dottorato la Staninger, ma di sicuro in nessuna materia scientifica. Forse in paleografia, o in economia o magari in legge.
Di sicuro non in fisica, e nemmeno in medicina.
Eppure si firma come tossicologa.

Quindi: dai commenti di Straker sul suo blog e da quelli di Luka78 qui, mi sembra che Hildegarde Staninger sia una delle principali fonti delle ricerche sulle scie chimiche ed i loro effetti.
Ma avete controllato la fonte, Luka?!?! Vi siete resi conto che ha scritto un intero articolo "scientifico" senza neppure le competenze di un ragazzino di 17 anni aspirante perito elettronico? Non ha la minima conoscenza degli argomenti di cui parla!
Come faccio a considerarla una fonte credibile?
Siete proprio sicuri che tutto il vostro investimento di tempo e risorse poggi su basi accettabili?

A proposito, Luka78, preferiresti proseguire la conversazione nell'area commenti del tuo nuovo articolo del 16 Ottobre?
Ci spostiamo tutti in blocco e lasciamo "raffreddare" questo thread, cosa ne dici?

gg ha detto...

Dario tu stai usando la fisica di base ergo sei un disinformatore :)

markogts ha detto...

(non tutte insieme!)

LOL

Riccardo ha detto...

Condividendo le osservazioni di Dario, non si può fare a meno di notare che oltretutto le affermazioni della Staninger non sono neanche finalizzate a dimostrare la sua tesi: in altre parole, non c'entrano nulla col resto dell'articolo, giusto o sbagliato che sia, ma sono solo frasi infarcite di paroloni messi a vanvera per impressionare le anime semplici, e i boccaloni ci cascano come pere mature. Basterebbe questo per relegare l'autrice a quel ruolo di ciarlatana che le compete. Almeno straker mente, pur sapendo di mentire, per sostenere le sue strampalate affermazioni...

BigRedCat ha detto...

Arturo, hai qualche osservazione riguardo le critiche mosse da Dario agli scritti della Staninger?

markogts ha detto...

Che strana idea del dialogo che ha certa gente...

Riccardo ha detto...

Vero? Lo pensavo anch'io... Ma forse ho anche la risposta...

Dario ha detto...

Ciao a tutti.
Svariati post indietro, Luka78 diceva:
@ tutti voi:
Scusate il ritardo nelle risposte, ma 'sta settimana faccio la sera, quindi ieri pomeriggio non stavo a casa.


Lasciamogli tempo e non stressiamo. Se fa i turni, e' ovvio che ci siano periodi di "buio" sui suoi thread.


@Straker, Arturo e tutti gli altri sostenitori delle scie chimiche, invece:
C'E' NESSUNO LA FUORI?

Luka78 ha detto...

Ieri mi si era infettato il computer, un casino!

Dario, ormai hai tratto le tue conclusioni; vai per la tua strada.
Ti sei informato, non sei convinto ed è normale che lo sei. Qui nessuno convince nessuno.
Grazie per la tua pacatezza.
Un saluto.

Giovanni ha detto...

Sono appena riuscito a fare la stima spannometrica dell'altezza di cui parlavo. Per caso, mentre uscivo dal lavoro, c'era un aereo con scia quasi sulla mia verticale, nella direzione che prendo per andare a casa, e quasi perpendicolare alla stessa. Sono andato avanti fino a passare sotto, e ho memorizzato questo punto approssimativo; poi ho continuato fino a casa, dove ho ricontrollato la posizione della scia. Approssimativamente, direi che si trovata a 10-20° dalla verticale, per cui 70-80° dall'orizzonte.
Ho appena controllato la distanza tra i due punti (verticale e arrivo) ed è quasi esattamente 1km. Ora, facendo un po' di trigonometria, il risultato della quota è tra 8242m (70°) e 17013 (80°).

Avendo misurato l'angolo a spanne, ed essendo con angoli così prossimi a 90°, l'errore è enorme, ma comunque la quota è sempre alta. Se fossero stati 75°, sarebbe stata 11000m circa.

Quale sarebbe stato l'angolo finale, se l'aereo fosse stato a quota 2000m? Sarebbe stato di 33°. Praticamente, non sarei nemmeno riuscito a vederla perché sarebbe stata dietro le case.

Semplice matematica spicciola.

Giovanni

Giovanni ha detto...

correggo un refuso:
"ed è quasi esattamente 1km"

voleva essere

"ed è quasi esattamente 3km"

Riccardo ha detto...

Sì, Giovanni, ma non dimenticare che a quelle quote ci possono essere venti che spostano la scia molto più velocemente di quanto possa muoverti tu... il che toglie valore a questa misura. Dovreste essere in due, in modo da farla contemporaneamente!

Fra l'altro, questa storia del vento non è mai stata presa in considerazione dagli sciachimisti, che quando parlano di "scie parallele" non si rendono conto che in genere si tratta di scie di aerei che sono passati uno dietro l'altro, sulla medesima rotta, solo che essendoci passati in tempi diversi la scia precedente nel frattempo si era spostata... ma forse è troppo complicato.

Giovanni ha detto...

@Riccardo

certamente possibile, ma la scia è rimasta simmetrica, perpendicolare all'asse di movimento dell'aereo, e per percorrere quei 3 km non ci avrò messo nemmeno 10 minuti. Non credo possa aver influenzato molto il calcolo, che comunque, voleva solo essere una dimostrazione di quale è la differenza tra una scia a quota 2000 e una a quota 10000.

Giovanni

Riccardo ha detto...

@Giovanni: non lo metto in dubbio, ma se prendiamo in giro straker per i suoi laserini, mi sembra che non possiamo poi proporre un metodo che può avere un errore superiore al 100%, non credi?

Giovanni ha detto...

Non sono assolutamente d'accordo. L'errore è grande solo verso l'alto, non verso il basso.
Non è un metodo per avere una misura esatta della quota, è un metodo per capire se una scia è sotto i 3000 o sopra gli 8000m, e in questo, la possibilità di errore è praticamente nulla (significherebbe confondere un angolo di 35 gradi con uno di 80). E qui non stiamo discutendo se una scia sia a 9000m o 11000m. Sto cercando di smontare innanzitutto l'assunzione che le scie siano a 2000m, cosa verificabilissima anche con una trigonometria spannometrica come questa, ammesso di sapere cosa si sta facendo.

Giovanni

Riccardo ha detto...

Giovanni, guarda che ti sbagli. Per poter fare quella misura devi muoverti perpendicolarmente alla scia, e se il vento soffia nella stessa direzione in cui tu ti muovi puoi addirittura avere delle quote negative.

Poi non discuto che a noi basti una misura spannometrica, ma, soggettivo per soggettivo, credo che un occhio un po' allenato possa fornire risultati assai più precisi del metodo che dici tu.

markogts ha detto...

Capisco dove vuole andare a parare Giovanni, e mi sentirei di essere d'accordo con lui, ma il punto chiave è la buona volontà di interpretare correttamente gli inevitabili errori sperimentali. Buona volontà che che chiaramente manca. Se ci fosse, la fregnaccia delle scie a 2000 metri di quota non sarebbe mai manco nata.

Dario ha detto...

@Luka78

Dario, ormai hai tratto le tue conclusioni; vai per la tua strada.

Beh, saluti anche a te.
Resta il rammarico per le risposte che mi sarebbe piaciuto leggere. Mi sarebbe seriamente piaciuto capire cosa ne pensi dei lavori della Staninger, o di come si sia arrivati a dedurre modi e scopi del "complotto".
Che non significa convincere qualcuno, ma capire il perche' delle convinzioni di qualcuno.
A parer mio, stai rinunciando a difendere le tue convinzioni: se dopo una decina di scambi di battute con me mi congedi con un "vai per la tua strada", o ti arrendi molto ma molto in fretta, o non hai convinzioni poi cosi' solide. Dopo non lamentarti che "tanto non c'è dialogo", come avevi detto in una risposta a Markogts.

Una cosa di buono, comunque, secondo me l'abbiamo ottenuta: abbiamo dimostrato che si puo' non essere d'accordo quasi su niente, eppure discutere civilmente senza mandarsi a quel paese. Visto il tono di molti blog collegati a questo argomento, da una parte e dall'altra, non mi sembra poco.

Se dovessimo incontrarci di persona, e riuscissimo a riconoscerci, ti stringerei la mano.

Giovanni ha detto...

@Riccardo

No, se il vento sposta la scia nella stessa direzione in cui mi muovo, la quota sarà più alta.
Piuttosto, se il vento andasse
nella direzione contraria, la quota si abbasserebbe.

Ma nei 10 minuti necessari per percorrere 3 km (in realtà ci ho messo meno, qualcosa come 5 minuti), perchè una scia a 2000m potesse apparire a 45 gradi o meno, si sarebbe dovuta spostare di circa 10 km nello stesso tempo in cui ne percorrevo 3.
Se il vento in quota fosse stato così forte, credo la scia sarebbe stata visibilmente inclinata rispetto all'asse di spostamento dell'aereo (che, come ho detto, ho visto mentre passava), e inoltre, mi sarei accorto dello spostamento della scia mentre io ero fermo.
Penso dunque di poter escludere con una certa fermezza che la scia si stesse spostando molto velocemente.

Tutto questo, per spiegare che, un oggetto a bassa quota, se posso stabilire che è piuttosto statico (se si muovesse rapidamente, me ne accorgerei perchè rimanendo fermo, mi accorgerei del movimento) lo si vede cambiare posizione relativa con spostamenti relativamente piccoli.
Di questa cosa, ce ne siamo certamente accorti tutti nel momento in cui abbiamo visto delle nuvole basse mentre ci stavamo spostando in treno o in auto.
Ci accorgiamo che le nuvole sono basse, perchè spostandoci, vediamo cambiare rapidamente la loro posizione relativa, cosa che invece non notiamo con le nuvole alte.

Ovvio che, nel caso di una scia, bisogna spostarsi perpendicolarmente, ma questo l'ho specificato sempre.

Il metodo è, come ho detto, spannometrico, ma la pretesa che le scie siano a 2000m è così facilmente confutabile, che basta anche una prova di questo tipo.

Che è sicuramente più precisa di stimare ad occhio l'angolo, e inventare la distanza dalla verticale.

Riccardo ha detto...

Sì, ma la tangente intorno a 90° ha una discontinuità di seconda specie, per cui se il vento va più veloce di te ti viene fuori un numero negativo.

In ogni caso il mio discorso è metodologico: PRIMA stabiliamo che tolleranza ci serve nella misura, POI scegliamo un metodo adatto, POI determiniamo le condizioni sotto cui questo metodo funziona, POI verifichiamo che queste condizioni ci siano, POI facciamo la misura. Se mi dici che hai osservato che la scia era ferma, allora la faccenda cambia: ma mi sembrava che nel messaggio originale questo non lo avessi detto.
Scusa la pignoleria, ma quando ci si trova di fronte a gente che è pronta a rinfacciarti anche solo un accento sbagliato, è bene essere estremamente rigorosi.

Giovanni ha detto...

@Riccardo
Si, ok, non avevo nemmeno preso in considerazione il fatto che superasse i 90°. Ovvio che se dal punto in cui la scia è sulla verticale mi sposto, e nel punto di arrivo la scia mi ha superato,questa deve essersi mossa. Ma basta poco, appunto, per capire se la scia è in rapido movimento. E se una scia a 2000m si sposta a 100km/h, te ne accorgi.

Giovanni

markogts ha detto...

Luka, appena trovi un po' di tempo, gradirei la tua opinione sui miei commenti alle tue foto.

markogts ha detto...

Vedo dal tuo nuovo post che tempo non ti manca; ne deduco che quello che ti manca sono gli argomenti.

Saluti

Riccardo ha detto...

Io vorrei invece chiedere a Luka, fatte salve le altre domande a cui non ha ancora riposto, una definizione del termine "retroingegneria", che mi risulta un po' oscuro. Lui invece la sa di certo, visto che ha usato varie volte quel termine.

Luka78 ha detto...

@ Markogts:
"Vedo dal tuo nuovo post che tempo non ti manca; ne deduco che quello che ti manca sono gli argomenti.

Saluti
"

Vedo che a te, invece, il tempo di scassare le palle non ti manca mai, vero?
Il mio tempo lo impiego come cazzo me pare.

@ Riccardo:
"o vorrei invece chiedere a Luka....una definizione del termine "retroingegneria", che mi risulta un po' oscuro. Lui invece la sa di certo, visto che ha usato varie volte quel termine."

Lavori all'Università, vero? Bè, vattelo a leggere.
Il discorso per Markogts vale anche per te.

Riccardo ha detto...

Cioè, in altre parole, sul blog degli ignoranti fai il saputo, e dove c'è gente che ne sa qualcosa sai solo fare il maleducato. E comunque, sia in un caso che nell'altro, non dici mai niente di interessante: ripeti solo, a pappagallo, le caxxate che qualcun altro ti impone di dire.
Complimenti!

Luka78 ha detto...

@ Riccardo:
"Cioè, in altre parole, sul blog degli ignoranti fai il saputo,.."

Quali sarebbero 'sti blog degli ignoranti? Secondo te faccio il saputo? Scrivimi tutte le mie frasi da "saputo".

"E comunque, sia in un caso che nell'altro, non dici mai niente di interessante: ripeti solo, a pappagallo, le caxxate che qualcun altro ti impone di dire.
Complimenti!
"

Complimenti a te.
Mi fai i nomi e cognomi di TUTTI quelli che, secondo te, mi impongono di dire ciò che riporto nel MIO blog? Daje!

Giovanni ha detto...

credo che, in questo contesto, per retroingegneria si voglia intendere il Reverse engineering.

Per quanto mi riguarda, l'ipotesi più probabile mi sembra:
riflesso del sole sulla fusoliera di un areoplano molto distante.
Nel centro il riflesso scompare a causa dell'ala.

Questo sarebbe coerente con le seguenti cose:
1) distanza del veivolo
2) posizione del sole
3) problemi delle macchine fotografiche digitali ad alti livelli di zoom
4) nessuno se ne sia accorto starà volando sicuramente sopra la testa di qualcuno

ma è solo la mia ipotesi.

Riccardo ha detto...

@luka: Questo risponde ad entrambe le domande.

@giovanni: Lo penso anch'io, ma se ci fai caso retroingegneria è un termine usato quasi esclusiovamente da ufari e gente simile. Peccato però che per fare del "reverse engineering" occorrano due cose: l'oggetto da "retroingegnerizzare" e le conoscenze per farlo. Entrambe le cose nel caso in esame mancano. Solo chi non ne sa un accidente lo usa così a cuor leggero.

Luka78 ha detto...

E allora, Riccardo? Dov'è il tuo problema? Prima di postare qualche mio commento, passo un'attimo da te per darmi l'ok?
Ma che ti dice il cervello?
Vedo, poi, che in certi blog da "ignoranti" comunque ci vai. Eccome se non ci vai.

Riccardo ha detto...

Ma difatti non è un mio problema.
Non sono io a non sapere cosa rispondere alle logiche domande che mi vengono fatte.
Non sono io a dover aspettare l'imbeccata dal guru di turno.
Non sono io a stare facendo una emerita figura di palta.
Non sono io ad essere guardato come un marziano dal 99,99% del resto della popolazione.
Il problema è tutto, e solo, dalla parte degli sciachimisti.

markogts ha detto...

Vedo che a te, invece, il tempo di scassare le palle non ti manca mai, vero?
Il mio tempo lo impiego come cazzo me pare.


E da quando in qua porre delle domande significa scassare le palle? E non trovi importante impiegare il tuo tempo a rispondere a delle osservazioni precise? Anche al limite dicendo:

"avete ragione, le scie che ho fotografato sono normali scie di condensazione"

o

"avete ragione, non esiste una foto singola di un aereo che rilasci scie preso dall'alto da una montagna"

o

"avete ragione: la storia del 8000 metri, 70% di umidità e -40°C è sbagliata"

o...

Riccardo ha detto...

E adesso aggiungo:
Non sono io a scrivere o a pubblicare schifosi e ignobili messaggi che incitano all'odio contro chi ci ha lasciato la pelle mentre faceva il proprio lavoro, che, oltretutto, consisteva proprio nell'aiutare altre persone.